Imperial dreams
6.7/10

Imperial Dreams

Regista

Malik Vitthal

Cast

John Boyega, Rotimi, Glenn Plummer

Sceneggiatore

Ismet Prcic, Malik Vitthal

Produttore

Sam Spiegel International Film

Durata

1h 27min

Offerte
Data di uscita

1 ottobre 2016 (USA)

La devozione di un ex gangster verso la sua famiglia e il suo futuro è messa alla prova quando esce di prigione e ritorna nel quartiere in cui è cresciuto a Watts, Los Angeles.

L’AMERICAN DREAM NON E’ PER TUTTI

Imperial dreams

Imperial dreams

Soprattutto se nasci nella parte sbagliata della città di Los Angeles, in uno dei quartieri del ghetto di Watts, dominati da povertà e ingiustizie. Non è facile sognare per chi nasce qui, abituato alla discriminazione, ad avere poche aspettative sul proprio futuro, a non avere altra scelta se non la criminalità per poter sopravvivere. Aspettando di venire ammazzati o arrestati. La storia che ci viene raccontata in Imperial Dreams si svolge proprio a Watts, a sud della città di Los Angeles, nella ricca California.

Imperial Dreams: LA TRAMA

Imperial dreams

Bambi, un ragazzo di 21 anni appena uscito di prigione, torna a casa da suo figlio con grandi aspettative sul  futuro. In carcere è maturato e ha capito che la sua vita da piccolo criminale gli stava stretta: vuole diventare un buon padre e uno scrittore, per raccontare la sua storia e impedire ad altri giovani come lui di farsi rubare i sogni da chi se ne approfitta. Tuttavia, i suoi ideali di giustizia dovranno scontrarsi con il sistema dell’incarceramento di massa che impedisce a un ex criminale di trovare lavoro facilmente, di avere accesso alle cure mediche e ad un sostegno economico nelle difficoltà. Dopo essersi visto scartare per decine di lavori a causa del suo passato in carcere; e dopo aver rifiutato la proposta del suocero di tornare a unirsi alla sua gang criminale, Bambi si trova solo, senza soldi e con un bambino di cui prendersi cura. La sua compagna è in carcere e non è chiaro quando uscirà. Nonostante tutto, Bambi farà il possibile per mantenere vivi i suoi ideali e proteggere suo figlio da un futuro di criminalità e prigionia. 

UN DEBUTTO NOTEVOLE

John Boyega, all’epoca quasi sconosciuto, interpreta magistralmente il personaggio di Bambi, combattuto tra i suoi ideali di onestà, il sogno di diventare scrittore e le difficoltà che gli impediscono di essere libero. Costantemente attorniato dal suocero gangster, i poliziotti del quartiere e un’assistente sociale mandata per controllare la sua condotta col figlio; Bambi cercherà di conservare la sua libertà nonostante tutto. Il regista Mark Vitthal scrive e dirige un lungometraggio che, senza mai cadere in una narrazione stereotipata, racconta in modo efficace e dall’interno cosa vuol dire nascere e crescere in un quartiere “malfamato”; lasciando che in primo piano passino i pensieri e le lotte interiori del protagonista.

PERCHE’ GUARDARLO

Imperial dreams

  1. Imperial Dreams racconta con dolcezza e la giusta dose di onestà le fatiche quotidiane di chi vuole mantenere la propria integrità pur avendo a che fare con un sistema razzista che fa di tutto per perpetrare la divisione in classi sociali.
  2. E’ una delle prime interpretazioni di John Boyega, che si fa subito notare per la sua bravura, anche se qui era ancora quasi sconosciuto.
  3. Non ci si rende veramente conto di quanto sia profondamente radicato il razzismo nel sistema giudiziario americano finché non si scopre quanto impatto abbia un arresto, anche breve, sulla vita futura di un ex criminale. Questo film espone bene il problema, è tutto sul dopo: l’impossibilità di rimettersi in piedi; schiacciati da una serie di leggi che rendono impossibile lavorare, guadagnare degnamente, esercitare i diritti minimi di cittadini; trovandosi nonostante tutto a cercare la propria libertà.

DOVE TROVARLO

Imperial Dreams si trova su Netflix, da cui è stato distribuito come film originale a partire dal 3 febbraio 2017. Prima di arrivare sulla piattaforma streaming il film è passato dal Sundance Film Festival 2014, dove ha debuttato in prima mondiale, vincendo nella categoria Best of Next, come miglior film realizzato con il minor budget.

Se amate il mondo del cinema e delle serie tv, cliccate qui per visitare la nostra home page

Recensione di: Stefania Fumagalli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Fellini degli Spiriti: ritratto pittoresco di un cineasta

Per tre soli giorni è stato proiettato nelle sale di tutta Italia un piccolo ma preziosissimo gioiello di storia del…

Inland Empire: la poetica del surrealismo

È impossibile non provare una particolare sensazione di disagio e smarrimento durante (e anche dopo) la visione dei film di…

DC FanDome: tutte le novità!

DC FanDome, l'atteso appuntamento per tutti i fan dell'universo DC, ha svelato diversi progetti e dato la possibilità di dare…
cristo compagnone

Politically Incorrect: la top 10 delle commedie più scorrette

E' solo una mia impressione o il mondo sta diventando più orrendo del solito? Se anche voi state raschiando il…
Tutti gli uomini del presidente

Storie vere al cinema: i migliori 5 film sul giornalismo

Oggi vi racconteremo di cinque casi giornalistici (realmente accaduti), che sono stati raccontati in altrettanti meravigliosi film. Opere, queste ultime,…

7

Buono

Pro

  • Un esordio potente
  • Racconta una realtà difficile con una scrittura elegante
  • La performance di John Boyega è impressionante

Contro

  • A tratti la trama rallenta
  • Il personaggio della compagna di Bambi è poco approfondito
  • Tratta poco la condizione femminile