Guns Akimbo
6,3/10

Guns Akimbo

Regista

Jason Lei Howden

Genere

Azione , Commedia

Cast

Daniel Radcliffe, Samara Weaving, Mark Rowley

Sceneggiatore

Jason Lei Howden

Produttore

Altitude Film Entertainment, Four Knights Film, Hyperion Media Group, Ingenious Media, Maze Pictures, Occupant Entertainment, Pump Metal Films, The Electric Shadow Company, Particular Crowd

Durata

98 min

Offerte
Data di uscita

23 marzo 2020

Un ragazzo si trova coinvolto in un pericoloso gioco online per il quale rischia la vita.

Amanti dell’action comedy a rapporto

guns akimbo

Mettiamo subito in chiaro una cosa: Guns Akimbo, per la regia di Jason Lei Howden, non è un film per tutti. Se non amate la violenza gratuita, tendete a cercare inconsciamente i buchi di trama e alzate gli occhi davanti all’ennesimo personaggio che riesce a sopravvivere per pura fortuna, sappiate già che non si tratta della pellicola adatta a voi. Se invece vi divertite davanti a Crank o Hardcore e cercate qualcosa di leggero da guardare con pizza e birra, allora potete dare una chance a questo film.

Va in scena la violenza

guns akimbo

In un futuro decisamente prossimo e credibile, sul deep web, va in onda la serie SKIZM. In ogni puntata due sconosciuti sono costretti a combattersi fino ad uccidersi in diretta streaming, accompagnati da telecronaca e commenti in diretta. Insomma, l’ultimo stadio della spettacolarizzazione della violenza. In Guns Akimbo tutti sono attratti da queste morti live, ogni tipo di classe sociale, etnia o età. Nessuno pare porsi un dilemma morale. Un clima per niente forzato o innaturale, ma che anzi risulta fin troppo simile alla nostra contemporaneità. In questo, il film, risulta incisivo e asciutto. Del tutto assente qualsiasi tipo di favoletta morale o commento buonista. I fatti parlano da soli. Nessuno è indifferente a questo malato modo di divertirsi, men che meno lo spettatore che guarda questa pellicola e ride e si diverte con morti esagerate e cruente.

Puro intrattenimento

guns akimbo

La nuova pedina di SKIZM è Miles (Daniel Radcliffe) uno sviluppatore di videogiochi tanto dimesso e timido nella vita reale, quanto aggressivo sul web. È, in poche parole, lo stereotipo del “leone da tastiera”, che qui subisce una punizione esemplare. Due pistole inchiodate alle mani e la più spietata serial killer in circolazione contro. La trama non è altro che un susseguirsi di sparatorie, minacce, fughe ed inseguimenti. Non è presente nessun sviluppo narrativo interessante e i colpi di scena sono di quanto più banale si possa pensare. Il film, però, riesce nel suo intento principale: divertire. Viene da domandarsi quindi se sia giusto aspettarsi altro. I difetti sono evidenti ed evitabili talmente facilmente che pare chiaro che non ci sia stato alcun tentativo di creare un prodotto ben scritto ed innovativo. La pellicola non si prende sul serio nemmeno per un attimo ed invita lo spettatore a fare altrettanto.

Quella volta in cui Harry Potter impugnò due armi da fuoco

guns akimbo, daniel radcliffeAbbastanza sottotono anche i personaggi, a partire dal protagonista, interpretato da Daniel Radcliffe. Palese orma il tentativo dell’attore di liberarsi dalla fama del maghetto. Le sue scelte ricadono sempre su ruoli inusuali, pellicole indipendenti, film non adatti ai minori. Un cambio di rotta che gli ha permesso di mostrare al meglio le sue doti recitative. Qui fa di tutto per valorizzare un personaggio dall’introspezione psicologica spicciola. La bravura di Daniel è assodata, l’impegno evidente, ma l’effetto è quello di bere Tavernello travasato in una bottiglia di vino pregiato. Bella la confezione, ma il vino saprà comunque di cartone. Stesso discorso vale per la sovversiva Nix, interpretata da Samara Weaving. La sua unica caratteristica è quella di essere una pazza senza cuore, la storia del suo passato scade nel banale. Peccato, a livello visivo la trasformazione è notevole e il look convincente.

gunsk akimbo, samara weaving

Questione di gusto

Esagerato” potrebbe proprio essere la parola chiave di Guns Akimbo. Ogni suo aspetto è, infatti, esibito ed eccessivo. La regia si diletta con rallenty, movimenti di camera a 360° gradi, zoom esagerati. I colori sono accesi e contrastati, il montaggio frenetico all’inverosimile, l’estetica vicina a quella dei videogiochi. È chiara un’ossessiva ricerca di spettacolo, un tentativo di strappare allo spettatore esclamazione di stupore ed esaltazione. Scelte del genere, però, andrebbero sempre ponderate. Maestra in questo la saga di John Wick, che riesce ad essere spettacolare e contenuta insieme (clicca qui per leggere la nostra recensione del secondo capitolo). Il film di Jason Lei Howden, invece, non riesce ad evitare del tutto la sensazione di costruito. L’apparato tecnico è di certo ottimo, le mozioni che si possono muovere sono soltanto critiche al gusto.

guns akimbo

Commento finale:

Guns Akimbo è spettacolo, intrattenimento puro e finito ed aspira ad essere solo quello. Non si va oltre a quello che il pubblico si aspetta. Il risultato è un film piacevole, fedele a sé stesso, ma destinato ad essere velocemente dimenticato.

Recensione di: Matilde Tramacere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

clint eastwood

Speciale Clint Eastwood: Buon 90esimo compleanno!

Impossibile non omaggiare una delle carriere cinematografiche più longeve e influenti di tutti i tempi. Clint Eastwood, sia davanti che…
Cinecittà

Ripartire dal Cinema: riaprono MIAC e Cinecittà si Mostra

I nuovi orari di Cinecittà Da venerdì 29 maggio negli Studi di Via Tuscolana 1055 il Nuovo Museo dell’Audiovisivo e…
SELFIE

SELFIE: il David di Donatello per il miglior documentario in prima TV nazionale!

È senza dubbio uno dei film da vedere di questa stagione, come ha appena confermato il David di Donatello per il Miglior…

TENET, il nuovo trailer.

Nella notte, debuttando in premiere assoluta nel videogioco Fortnite, è stato pubblicato il nuovo trailer di Tenet, l'attesa pellicola di…

Videoteca MUBI aperta: al mio segnale, scatenate la visione!

Probabilmente conoscete il sito MUBI. Si struttura come cineteca d'autore online social, con schede, articoli consigliati, e ovviamente visioni. A…

6.5

OK

Pro

  • Divertente e d'intrattenimento
  • Tecnicamente di buona qualità
  • Estetica da videogioco accattivante
  • Buon ritmo

Contro

  • Banale nello svolgimento e nei colpi di scena
  • A tratti confuso
  • Adatto solo a chi apprezza gli action