7,5/10

CRUDELIA

Regista

Craig Gillespie

Genere

Commedia , Crime

Cast

Emma Stone, Emma Thompson, Joel Fry, Paul Walter Hauser

Sceneggiatore

Dana Fox, Tony McNamara, Aline Brosh McKenna, Kelly Marcel, Steve Zissis

Produttore

Walt Disney Pictures, Gunn Films, Marc Platt Productions

Durata

2h 14min

Offerte
Data di uscita

26/05/2021

Crudelia è il nuovo live-action Disney, dal 26 maggio al cinema e dal 28 disponibile su Disney+ con accesso VIP. In questo film con protagonista Emma Stone nei panni di Crudelia De Mon (in originale Cruella De Vil) ci viene raccontata la storia della cattiva della Carica dei 101 con l'intento di comprendere meglio da dove nasce la perfidia di questa donna geniale.

Storia di una cattiva

Crudelia (Cruella) ci racconta la storia della celebre cattiva Disney a partire dal principio. Scopriamo che il suo vero nome in realtà è Estella, storpiato dalla madre in Crudelia quando la bambina non si comportava bene… Ossia la maggior parte delle volte. Nata con metà chioma bianca e metà nera, Estella si fa notare anche per il suo carattere eccentrico almeno tanto quanto il suo modo di vestire. Non a caso il suo sogno è proprio di diventare una fashion designer.

Crudelia
Emma Stone nei panni di Crudelia in una scena del film

Lo spettatore cerca inevitabilmente di unire i puntini per capire come la giovane Estella del film sia diventata poi la Crudelia che tutti conosciamo. E per quanto Emma Stone sia magistrale nel suo ruolo, alla fine dei conti ci sembra di assistere alla storia di una cattiva, ma non della celeberrima Crudelia De Mon. Troppi tratti caratteristici del personaggio mancano, a cominciare dal motivo pregnante per cui è ritenuta malvagia: voler uccidere dei cani per la loro pelliccia. Si ha l’impressione di assistere alla nascita di una villain che fa occasionalmente l’occhiolino alla vera Crudelia.

Sensazionalismo e contaminazioni

Se la Crudelia di Emma Stone fa solo l’occhiolino a quella del cartone Disney, si può dire che però i rimandi ad altri film e opere non mancano; in primis come non notare la somiglianza con Il Diavolo Veste Prada (The Devil Wears Prada) il film del 2006 di David Frankel, con Emma Thompson al posto di Meryl Streep. Non mancano neppure autocitazioni disneyane come quella a Mulan nel momento in cui l’aiutante di Crudelia, Orazio (Paul Walter Hauser), vestito da donna cerca di bloccare una porta con una spada.

Crudelia
Una delle tante trovate originali e sensazionalistiche di Crudelia

Un’altra cosa che di certo non manca in Crudelia è un po’ di sensazionalismo. Un po’ troppo in realtà. La computer grafica invade lo schermo senza aver paura di nascondersi: cadute da un precipizio, cani acrobati, stormi di falene, tutto troppo fittizio tanto da togliere l’incanto allo spettatore rendendogli palese il trucco. A salvarsi sono giusto le trovate estrose della nostra Crudelia quando, stanca di nascondersi dietro l’impacciata Estella, decide di uscire allo scoperto con i suoi abiti originali, nel tentativo di umiliare e spodestare la sua mentore/nemesi: la Baronessa (Emma Thompson). Il confine tra originalità ed esagerazione rimane comunque sempre molto sottile.

La geniale Emma Stone

Senza ombra di dubbio il punto forte del film è la sua protagonista. Emma Stone nei panni di Crudelia riesce ad esprimere alla perfezione la dualità intrinseca del personaggio. Estella e Crudelia sono un po’ le due facce della stessa medaglia: entrambe emarginate e stravaganti, l’una cerca di adattarsi alla società e l’altra di imporsi ad essa con la sua genialità. “Sono nata geniale. Sono nata perfida… E un po’ folle” questa la verità di Crudelia che alla fine abbraccia il suo lato più oscuro.

Crudelia
La fantastica Emma Stone nei panni della protagonista del film

Un lato che emerge chiaramente solo nel momento in cui Estella si trova di fronte alla Baronessa, celeberrima fashion designer. Prima nasce l’ammirazione per la sua spietata genialità e poi il desiderio di rivalsa. Ancora una dualità in Crudelia: il voler prevalere che cozza con la ricerca di approvazione; il tutto condito con vendette personali che emergono da un passato ormai sepolto e da uno stile sopra le righe che non può non lasciare senza parole.

Commento finale

In conclusione, Crudelia è un film di per sé piacevole da guardare pur con qualche evidente difetto. Il suo problema principale resta il fatto che non è riuscito nel suo scopo ultimo: raccontarci la storia di come Crudelia sia diventata la cattiva di La Carica dei 101. Il politically correct ha impedito non solo l’uso della sua iconica sigaretta col bocchino, ma anche il suo amore per le pellicce di cane (e ha tramutato Anita – interpretata da Kirby Howell-Baptiste– in una donna nera). Il risultato è una totale riscrittura del personaggio che ci racconta un’altra storia che, seppur interessante, strizza solo l’occhio alla Crudelia che tutti conosciamo e ci aspettavamo di vedere.

Recensione di: Francesca Capone.

In cerca di altre recensioni? Seguici su CineWriting! Siamo anche su Facebook e Instagram.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

oldboy

Oldboy: il walzer del tempo perduto di Park Chan-wook

Alcuni film sono fatti per durare: superano le barriere del tempo e divengono immortali. Uno di questi è sicuramente Oldboy,…
clint eastwood

SPECIALE CLINT EASTWOOD: BUON COMPLEANNO!

In principio fu proprio lo stesso Clint Eastwood nel leggendario "Il buono, il brutto, il cattivo" a dire che il…
autoerotismo

Festeggiamo l’autoerotismo con 5 iconiche scene

Cari cinefili, lo sapevate che maggio è il mese dell’autoerotismo? Sul finire degli anni '90, per protestare contro un sistema…
mubi

Mubi: le novità in arrivo a giugno 2021

Dopo le ultime uscite sulle piattaforme Netflix e Amazon Prime (se vi foste persi le ultime novità, potete recuperarle qui…

Mirai: un film di Mamoru Hosoda per tornare bambini

Mirai (2018) è arrivato tra le novità di Netflix da poco più di una settimana. Si tratta di un meraviglioso film…

6.5

OK

Pro

  • Emma Stone semplicemente fantastica
  • Il film si guarda con piacere

Contro

  • Mancano troppi tratti caratteristici della Crudelia originale
  • Computer grafica troppo invadente
  • Troppi sensazionalismi