Game of Thrones: alcuni fan credono di aver scoperto la vera identità del Re della Notte

Nella settima stagione di Game of Thrones la minaccia più grande di tutte è vicina: i morti stanno per arrivare.

Non sappiamo molto dei morti che camminano, tranne come sono nati. Nella scorsa stagione infatti Bran ha scoperto la loro origine ed in particolare quella del loro comandante, il Re della Notte.
Questo losco figuro si è ormai confermato come il boss finale, quello contro il quale i nostri eroi dovranno necessariamente confrontarsi.
Dato il suo ruolo di grande importanza naturalmente i fan si stanno interrogando sulla sua vera natura.
Alcuni hanno dichiarato addirittura di averne scoperto la vera identità: vediamo cosa avrebbero scoperto.

Game of Thrones, Il re della notte

…SPOILER…

 

Chi è il Re della Notte?

Tutto questo ragionamento ha un protagonista: Bran Stark, il nostro unico collegamento “diretto” con il nemico. E’ infatti solo attraverso le sue visioni che siamo venuti a conoscenza di quest’essere e della sua storia.
Secondo alcuni fan però ci sarebbe di più: Bran E’ il Re della Notte.
Confusi? Già. Vediamo di ripercorrere le tappe che hanno portato alcuni spettatori a questa conclusione.

Game of Thrones, Il re della notte

La tesi principale è che Bran sia tornato indietro nel tempo per impedire ai Figli della Foresta di creare il primo White Walker. Per compiere questa missione sarebbe entrato nel corpo dell’uomo che stavano per trasformare, così da comunicare con loro.
Il problema però è che (ovviamente) non sarebbe stato ascoltato: direi che è cosa buona e giusta che l’uomo che state per pugnalare vi chieda di non farlo.

Game of Thrones, Il re della notte

Dunque Bran sarebbe rimasto intrappolato dentro all’uomo ed avrebbe subito la transizione in Re della Notte. Jojen e Brynden infatti lo avevano avvertito. Se fosse rimasto troppo a lungo nel passato sarebbe diventato difficile se non impossibile tornare indietro.

Punti a favore

La teoria non sembra del tutto assurda.
Come abbiamo detto, Bran è in qualche modo collegato con il Re della Notte.
Una scena in particolare ce lo conferma. Durante i suoi “viaggi” Bran non è visto da nessuno. C’è però un momento (agghiacciante) in cui il Re della Notte non solo lo vede, ma gli afferra anche un braccio.

Game of Thrones, Il re della notte

Un altro punto a favore è una breve conversazione che lo Stark ha avuto con una Figlia della Foresta, Leaf:

Leaf: Eravamo in guerra. Stavamo venendo macellati. I nostri alberi sacri venivano rasi al suolo. Dovevamo difenderci.
Bran: Ma da chi?
Leaf: From you.*

*manteniamo l’inglese, dove “you” può indicare sia plurale che singolare, cosa necessaria per questa teoria.

Ai tempi tutti immagino avessero preso il “you” come un riferimento alla razza di Bran, a tutta l’umanità.
Ma se invece non fosse così? Se Leaf si fosse riferendo proprio allo stesso Bran?

Game of Thrones, Il re della notte

Verità o follia?

Questa la tesi sostenuta da alcuni spettatori.
Se fosse vera di certo aggiungerebbe seri problemi allo show. Ma allo stesso tempo darebbe senso al personaggio di Bran che ora come ora risulta solo piuttosto bizzarro e confuso.

Voi cosa ne pensate? Vi piacerebbe un Bran-Re della Notte?

Fatecelo sapere nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.