La Mummia: Tom Cruise e lo scottante report di Variety

Secondo Variety, Tom Cruise ha preso il totale controllo del film durante le riprese.

Sul set de “La Mummia“, il divo di Hollywood avrebbe avuto l’ultima parola persino nelle più piccole decisioni.

La Mummia
Fonte: Variety

Pianificato come l’inizio di un lungo universo cinematografico condiviso con protagonisti le rielaborazioni contemporanee dei mostri della Universal, “La Mummia” doveva essere un blockbuster dal grande successo di pubblico. Doveva essere uno dei maggiori blockbuster dell’estate hollywoodiana. Eppure si prospetta un incasso piuttosto ridimensionato. Al momento, il film ha guadagnato solo 38 milioni di dollari al box office statunitense. 

Gli incassi del mercato internazionale stanno aiutando il film a risollevarsi. Questo è piuttosto strano, vista la natura del film ed, oltretutto, la presenza di un protagonista interpretato da una star del calibro di Tom Cruise. Già… Tom Cruise.

Il Report di Variety

La Mummia

Secondo un report di Variety, la partenza al di sotto delle aspettative de “La Mummia” starebbe generando molto malcontento ad Hollywood. In molti si stanno domandando su chi si possa incolpare per questa non proprio esaltante accoglienza del film. Forse un colpevole è stato scelto. Variety ha pubblicato una serie di indiscrezioni. Queste vedrebbero molti addetti ai lavori scontenti dell’eccessivo controllo esercitato da Tom Cruise sul primo film del Dark Universe.

Il reboot de “La Mummia”, pensato come l’avvio di un enorme franchise per la Universal, a quanto pare, si è tramutato, invece, in una sorta di caso da manuale della frenesia di una star. Molte fonti vicine alla produzione starebbero sostenendo che Cruise avrebbe preteso e ottenuto la facoltà di esercitare un ampio controllo creativo. Controllo su ogni singola fase di lavoro del film. Cruise avrebbe infatti avuto l’ultima parola tanto nello script quanto nelle decisioni prese durante la post-produzione del film. Il divo avrebbe persino avuto potere decisionale nello sviluppo della campagna marketing e nella strategia di distribuzione nelle sale.

E pensare che nella prima del film a Manhatthan, in un discorso improvvisato di dieci minuti (mettendo completamente da parte regista e cast), abbia dichiarato:

I film non sono fatti da singole persone, ma sono un lavoro di gruppo.

Al momento, i portavoce di Cruise non hanno diffuso alcuna dichiarazione in merito. La Universal, dal canto suo, in una dichiarazione ha del tutto smentito che Cruise abbia avuto un’influenza negativa nella lavorazione del film.

E voi cosa ne pensate? Avete visto il film? Cosa ne pensate di tutta questa vicenda? Nel frattempo ridiamoci sopra.

La Mummia

[adsense] [adsense]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.