Ruben Östlund, vincitore della Palma d’Oro, dirigerà The Triangle of Sadness

L’acclamato vincitore della Palma d’Oro, Ruben Östlund, ha un nuovo progetto in cantiere, The Triangle of Sadness.

Evidentemente la vittoria ha portato fortuna al regista svedese. Dopo i festeggiamenti per la vittoria della Palma d’Oro con “The Square“, si prepara infatti ad un nuovo progetto.

Ruben Östlund, The Triangle of Sadness

Questo sarà dedicato al controverso mondo della moda. Il titolo è “The Triangle of Sadness“. La visione tradizionale di questo mondo verrà ribaltata.
Se normalmente infatti ci siamo addentrati in storie che raccontavano di giovani pieni di speranze, disposti a tutto pur di sfondare in questo magico mondo, qui le cose sono diverse. La storia infatti prenderà in esame personaggi che tentano in ogni mondo di abbandonare la passerella.

Ruben Östlund, The Triangle of Sadness

Il titolo stesso del film allude ad un lato negativo della moda. Il “triangolo” citato è la zona sulla fronte dove viene iniettata la tossina botulinica per cancellare le rughe di espressione.
Vi raccontiamo quello che sappiamo per ora.

“The Triangle of Sadness” si soffermerà su un modello che comincia a perdere i capelli. Vede quindi ridotte le opportunità di lavoro. Incontreremo poi una modella lesbica costretta a rifiutare in continuazione avance maschili più o meno assillanti.
L’azione dalle news trapelate sarà ambientata in pochi luoghi. Spazio centrale infatti sarà, sembra, un lussuoso yacht-hotel.

Ruben Östlund, The Triangle of Sadness

Il progetto di “The Triangle of Sadness” per ora è solo tale, un progetto. Non c’è ancora una data d’inizio delle riprese. Probabilmente però manca ancora un po’ di tempo. Il regista Ruben Östlund deve ancora concludere il suo precedente lavoro. “The Square” infatti dura circa due ore e mezzo, e dovrà essere tagliato per essere presentato nelle sale.

Silenzio anche per quanto riguarda cast ed altri membri della produzione.
Le poche news comunque sono bastate a solleticare l’appetito di molti. Aspettiamo quindi con ansia l’uscita sia di “The Square” che di questo “The Triangle of Sadness”.

Continuate a seguire CineWriting!

[adsense][adsense]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.