Annunciato ufficialmente uno slittamento della data di uscita di Red Dead Redemption 2.

Red Dead Redemption 2

Ne avevamo parlato di recente, quando si pensava che lo screenshot trapelato fosse proprio del secondo capitolo della saga “Red Dead Redemption“: oggi, Rockstar Games, tramite il proprio account Twitter ha ufficialmente confermato che “Red Dead Redemption 2” è in arrivo nella primavera del 2018.

Il titolo era inizialmente in uscita nel prossimo autunno-inverno e questa notizia non farà certo piacere ai tanti che lo attendono. Gli sviluppatori, come di consueto, dicono che la ragione dello spostamento della data di uscita è il miglioramento del gioco:

Some extra time is necessary to ensure that we can deliver the best experience possible for our fans.

Non tutti i mali vengono per nuocere

In un lungo post sul proprio sito, Rockstar Games articola meglio le ragioni del ritardo ed una sembra proprio essere lo sviluppo da zero del gioco secondo i dettami delle console “next-gen”, ovvero Xbox One e Playstation 4. “Red Dead Redemption 2”, infatti, sarà disponibile esclusivamente per queste due piattaforme; i tantissimi appassionati dotati di PC rimangono ancora una volta a bocca asciutta.

Rockstar Games promette più dettagli e notizie sul titolo durante la prossima estate. Nel frattempo, però, ci regalano qualche immagine di “Red Dead Redemption 2” prima di congedarsi.

Red Dead Redemption 2

Red Dead Redemption 2

Red Dead Redemption 2

Red Dead Redemption 2

Red Dead Redemption 2

Ripercussioni in borsa per Rockstar Games

La notizia dello slittamento della data di rilascio non ha certamente giovato al titolo Rockstar Games in borsa. Dopo aver chiuso la giornata a 69$ circa ad azione è sceso a 62,56$ nell’after-hour trading. Notizia poco confortante anche in vista della consueta conferenza di presentazione dei risultati programmata per domani.

[adsense][adsense]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.