Un Natale da Millennial: 10 episodi per tuffarsi nella nostalgia

Ogni anno desideriamo evadere nella magia del Natale e ogni anno sembriamo riuscirci un po’ di meno, non importa quanti articoli e quante liste delle serie e dei film più consigliati riusciamo a trovare.

Per quanto la nostalgia possa essere personale, abbiamo provato a stilare una lista di episodi a tema che possono aiutare a catapultarci di nuovo nel periodo in cui le maggiori preoccupazioni per i Millennial (e un filino per la Generazione Z) erano le cene con parenti o i compiti per casa.

La Lista

Questi episodi hanno tutti dei fattori comuni: rispecchiano gli anni ’90 e primi 2000, sono autoconclusivi (quindi godibili a prescindere dal contesto della serie) e disponibili in piattaforme streaming.

  1. Friends, “L’armadillo Natalizio”, 7×10
  2. Scrubs, “Il mio Gesù personale”, 1×11
  3. Doctor Who, “Un Canto di Natale”, 6 x Speciale
  4. How I Met Your Mother, “Falso Positivo”, 6×12
  5. Bojack Horseman, “Christmas Special: Sabrina’s Christmas Wish”
  6. Modern family, “Natale espresso”, 3×10
  7. Dr. House, “La bugia è una cosa meravigliosa”, 4×10
  8. Futurama, “Aiuto, è Natale!”, 4×02
  9. Ugly Betty, “La slitta di Fey”, 1×10
  10. I Simpsons, “Lei di poca fede”, 13×06

Nel dettaglio

  • Friends, 7×10, “L’armadillo Natalizio”

Disponibile su Netflix

Trama: Ross chiede aiuto ai suoi amici per spiegare a suo figlio l’importanza dell’Hannukah,  anche se lui vuole proprio incontrare Babbo Natale.

Leviamoci subito il sassolino dalla scarpa con la serie più suggerita da qualsiasi articolo a tema. L’unico elemento da conoscere è il conflitto: Ross è ebreo e suo figlio piccolo decisamente innamorato del Natale. L’episodio è un crescendo d’imprevisti e soprese ilari con un finale tipico per la sitcom più iconica degli anni ‘90. È fortemente consigliata la visione in inglese.

  • Scrubs, 1×11, “Il mio Gesù personale”

Disponibile su Disney+

Trama: JD e Carla prendono in giro Turk per la  fede, ma si ritroveranno a preoccuparsi quando questa vacillerà. Intanto, Elliot subisce pressioni dal suo capo.

Scrubs è nota nella nostra generazione per essere “quella serie che sa far piangere e ridere in 20 minuti”. Il primo episodio natalizio, molto leggero in verità, è anche quello che affronta un argomento spesso ricorrente nella serie, ossia la lotta tra la fede e la realtà ospedaliera; dove per “fede” non s’intende solo quella religiosa, ma anche la speranza. Nel periodo più allegro dell’anno, questa tende ad essere messa a dura prova.

  • Doctor Who, 6 x Speciale, “Un Canto di Natale”

Disponibile su Prime Video

Trama: Ambientato in un ipotetico futuro, un ricco uomo senza cuore non vuole donare a una povera famiglia la loro figlia, congelata artificialmente anni prima. Il Dottore, ispirato dal noto classico, tornerà nel passato dell’uomo insegnargli come diventare una brava persona.

Gli speciali di Natale di Doctor Who, di norma i primi episodi, sono il biglietto da visita della stagione che seguirà e un efficace sistema per tesare le acque. Se proprio a Natale volete scoprire perché tutto Tumblr era ossessionato da Doctor Who, questo è l’episodio giusto. È il più consigliato perché, al contrario degli altri, è quasi del tutto distaccato dagli avvenimenti passati e futuri.

  • How I Met Your Mother, 6×12, “Falso Positivo”

Disponibile su Netflix

Trama: Poiché il test di gravidanza di Lily esce positivo, tutti vivono una semi-crisi di mezza età, tra il desiderio di cambiare la propria vita e la paura di lasciare la vecchia strada.

Ideale per chiunque sia spaventato dai cambiamenti e desidera delle parole di conforto. D’altronde quando guardavamo questa serie eravamo liceali, e ora siamo dei Ted. Tra propositi per l’anno nuovo spaventosi e quelli dell’anno a finire mai realizzati, questi insegna ai suoi figli come, in prospettiva, non si deve aver paura di cosa il futuro ha in servo per noi, e che chissà, forse un giorno guarderemo a questi momenti con malinconia.

  • Bojack Horseman, “Christmas Special: Sabrina’s Christmas Wish”

Disponibile su Netflix (come prodotto a parte, non nella serie)

Trama: Bojack, ex-celebrità degli anni ’90 caduta in disgrazia, guarda col suo amico Todd lo speciale di Natale della sua serie “Horsin’ Around”, in cui Sabrina chiede a Babbo Natale d’incontrare i suoi veri genitori morti.

Questo è un episodio nell’episodio, o un meta-episodio, quindi non dovete conoscere la serie. Sicuramente non ha formato la nostra infanzia, ma è invece perfetto per chi vuole scoprire una parodia disillusa delle sitcom anni ’90, che con intelligenza strizza l’occhio allo spettatore oramai cresciuto, regalandogli comunque un caloroso episodio sul Natale.

  • Modern Family, 3×10, “Natale espresso”

Disponibile su Disney+

Trama: I membri della famiglia allargata si accorgono di avere tutti impegni inconciliabili per le feste, e quindi decidono di festeggiare frettolosamente entro la giornata.

Una tipica commedia vivace, calorosa e borghese all’Americana. Eppure Modern Family riesce sempre a non abusare dei cliché ma anzi ad utilizzarli con intelligenza e rispetto per il genere. L’episodio, come tutta la serie,è facilmente consumabile per farsi quattro risate ma anche da tenere come sfondo durante il pranzo.

  • Futurama, 4×02, “Aiuto, è Natale!”

Disponibile su Disney+

Trama: Il Natale come lo conosceva Fry non esiste più – e costringe Bender a diventare il nuovo Babbo Natale. Tuttavia, gli abitanti conoscono oramai solo la malvagità del Babbo Natale Robot e vanno nel panico.

Ma quanto è geniale l’idea di un Babbo Natale spietato e sanguinario perché nessuno è abbastanza buono? E cosa è più in linea con un Natale da millennial, se non un Fry che proprio non riesce più a ritrovare lo spirito natalizio che amava da bambino?

  • Dr. House, 4×10, “La bugia è una cosa meravigliosa”

Disponibile su Prime Video

Trama: House sembra aver ricevuto per Natale il regalo più bello di tutti: una paziente che non mente davvero mai a sua figlia. Non è però così ottimista.

Lo ammetto: questo punto della lista è un pretesto per ricordarvi l’esistenza di Dr. House. È forse una delle serie meglio scritte nei primi anni ‘2000, e di certo è una delle tante che ha fatto da sfondo nell’infanzia di tutti i millennial. L’episodio nello specifico riguarda l’ossessione di House per la verità, che però lui stesso non riesce davvero a guardare in faccia, soprattutto quando si tratta di sé.

  • Ugly Betty, 1×04, “La slitta di Fey”

Disponibile su Disney+

Trama: Una rivista rivale di ‘Mode’ gli ruba l’idea per l’uscita di Natale – e probabilmente è stata colpa di Betty.

Anche qui, un esempio tipico di commedia americana, con un tocco distintivo di Telenovela. Ai tempi il mondo della moda, così come la storia del brutto anatroccolo, erano un must per i giovani adolescenti. Un tuffo nei primi anni ‘2000 con il suo rapporto odio-amore nei confronti del consumismo.

  • I Simpsons, 13×06, “Lei di poca fede”

Disponibile su Disney+

Trama: Disgustata dal materialismo della Chiesa di Springfield, Lisa decide di diventare Buddhista, con orrore di sua madre.

I Simpson non invecchiano mai e spesso un rewatch è obbligatorio anche per apprezzare elementi, storie e personaggi che da piccoli non potevamo davvero comprendere. Qui si prende in giro l’America edonista e puritana che non riesce proprio a sradicare culturalmente la sua ipocrisia. Tuttavia, il finale ci ricorda ciò che più conta a Natale, a prescindere dalle proprie diversità: l’amore per i propri cari, per quanto peccatori e superficiali.

Sperando di avervi dato quantomeno uno spunto, vi auguriamo un Buon Natale precario e pieno di ansie! Per altri articoli, cliccate su questo link!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.