Talent e doppiaggio: alcune indimenticabili performance vocali

Fin dalle sue origini, è possibile paragonare il doppiaggio ad una specie di gioco di prestigio: c’è ma non si vede. Un puro illusionismo che non deve mai farsi scoprire. Proprio per questo molto spesso viene dato per scontato un buon lavoro di doppiaggio, finendo però così nel dare poca considerazione al cast vocale di un film. Sono rari infatti i casi in cui si fa attenzione a chi sta dietro al leggio e solitamente quando lo si fa, c’entra la figura dei così detti Talent, ovvero voci prese in prestito per l’occasione. Si tratta per lo più di comici, cantanti, attori e presentatori che privi di un’adeguata preparazione, dimostrano soltanto tutta la loro inadeguatezza in studio. Lo si può notare soprattutto negli ultimi anni quando quella dei Talent è diventata una vera e propria moda utile soprattutto per la promozione della pellicola di turno. Fortunatamente però ci sono anche delle eccezioni di grande prestigio. Casi più unici che rari in cui i personaggi famosi hanno tirato fuori tutto il loro talento, rendendo così iconiche e leggendarie alcune delle pellicole animate più celebri di sempre. In questo speciale noi di CineWriting andremo infatti a rendere omaggio ad alcune di quelle straordinarie performance vocali attraverso una raccolta di 6 film (più 2 menzioni d’onore).

Chi è il doppiatore? - Showgroup - Ready to be WOW!

Numero 6: Vittorio Gassman e Tullio Solenghi (Il Re Leone)

Se la versione originale è impreziosita dall’incredibile performance del duo James E. Jones – Jeremy Irons, lo stesso può dirsi per la versione italiana. Il film, simbolo del rinascimento Disney, può vantare infatti anche nel nostro paese una coppia di voci senza eguali per i celebri Scar e Mufasa. Il sommo Vittorio Gassman, un uomo che non ha bisogno di presentazioni, è riuscito ad infondere nel padre di Simba tutta l’autorevolezza di un sovrano ma anche il calore e l’affetto di un genitore premuroso, rendendo così ogni suo momento di grande intensità. Dall’altra parte anche Solenghi si è rivelato un talent più che azzeccato. Oltre che a rendere Scar un personaggio viscido, subdolo e machiavellico, il celebre comico ha restituito anche con assoluta precisione tutta la sete di potere e l’astuzia del noto antagonista, facendo spiccare anche il suo complesso di inferiorità. Insomma, una coppia vocale che non poteva non lasciare il segno nella storia. Il film è disponibile su Disney Plus.

Numero 5: Renato Zero (Nightmare Before Christmas)

Trascrizione #58 - Cercami (RENATO ZERO) -

L’icona simbolo della poetica bartoniana Jack Skeletron è diventato ormai uno dei volti animati più amati e idolatrati dal grande pubblico. Un personaggio tragico e di incredibile spessore che deve la sua notorietà non soltanto all’incredibile lavoro svolto da Danny Elfman nelle originali parti cantate, ma anche al mitico Renato zero. Nonostante la diversa esperienza in studio, il cantante è riuscito comunque ad imprimere tutta la sua sensibilità d’artista, dimostrando grande empatia e precisione. Se anche nella versione italiana riusciamo infatti a percepire tutta la malinconia e le frustrazioni del celebre Re del Mai, il merito non può non andare anche alla recitazione dello stesso Zero, dove contro ogni previsione ha colto e portato alla luce l’animo di Jack in tutta la sua tridimensionalità. Insomma: grazie anche alla direzione del grande Francesco Vairano, Renato Zero ha pienamente colto nel segno, regalando con la sua singolare interpretazione una serie di scene di grande intensità. Potete recuperare questo cult su Disney Plus.

Menzione d’onore: Enrico Papi (Mulan)

Enrico Papi ci fa rivivere Sarabanda! - Professione Artista Magazine  Casting News

Il grande attore comico Eddie Murphy, all’apice del successo, fu sicuramente una delle più grandi certezze per i Walt Disney Studios. Grazie infatti al suo spiccato carisma il noto draghetto amico di Mulan non aveva nulla da temere. Se però la versione originale non lasciava dubbi sul successo del personaggio, non si poteva dire lo stesso per il nostro paese, il quale preferì azzardare correndo un grosso rischio. Negli anni ’90 Enrico Papi era il volto sorridente e smagliante di Italia 1, forte di innumerevoli successi televisivi, tra cui il famosissimo Sarabanda. Immaginarlo però nei panni di un doppiatore faceva storcere il naso a molti, ma il celebre conduttore si dimostrò più che all’altezza. Il suo Mushu è infatti animato da una performance vocale spontanea e di grande intensità che dimostra quanto Papi sia riuscito davvero a cogliere l’animo irrequieto del draghetto. Simpatico, astuto e dal grande cuore; questo personaggio rappresenta ancora oggi una delle sfide più riuscite nella storia dei talent. Potete trovare la pellicola su Disney Plus.

Numero 4: Massimo Ranieri (Il gobbo di Notre Dame)

Massimo Ranieri e Gino Vannelli insieme in 'Siamo uguali': 'Mai smettere di  fare progetti' | Sky TG24

Basato sul celebre romanzo Notre-Dame de Paris, il 34º classico Disney è sicuramente uno tra i film animati più cupi, profondi e adulti di sempre. Una pellicola di grande intensità che non si fa scrupoli ad esplorare temi molto delicati come l’infanticidio, la lussuria e il peccato. Nella versione originale poi Tom Hulce è stato a dir poco sublime nel dare vita alla personalità di Quasimodo ma non è stato l’unico interprete. Nel nostro paese il gobbo ha infatti messo alla luce tutto il talento istrionico di Massimo Ranieri che memore di una solida e invidiabile formazione stilistica, ha reso il doppiaggio del personaggio incredibilmente realistico e mimetico. La sua fragilità, i suoi dilemmi, la sua timidezza e la sua forza d’animo hanno trovato in Massimo la voce perfetta per prendere forma ed esplodere in una serie di scene a dir poco storiche. Inutile poi sottolineare l’incredibile performance nelle parti cantate dove “Via di qua” ne resta la punta di diamante. Piccola menzione anche per la meravigliosa Mietta, cantante di grande talento, che non si risparmiò nel regalare un’ottima prova vocale nel personaggio di Esmeralda. Potete trovare questa meravigliosa pellicola su Disney Plus.

Numero 3: Luca, Paolo e Anna Marchesini (Le follie dell’imperatore)

Un figlio di nome Erasmus, iniziate a Roma le riprese del film con Luca  Bizzarri e Paolo Kessisoglu - NewsCinema
Anna Marchesini, la figlia Virginia la ricorda: 'Voleva un bacio prima  delle rappresentazioni' – Tvzap

Segnato da una produzione alquanto travagliata, Le follie dell’imperatore resta uno dei cult Disney più sottovalutati di tutti i tempi. Una pellicola che all’origine doveva essere più ambiziosa, seria e matura: ma che in seguito ad alcuni flop al botteghino fece preoccupare talmente tanto i dirigenti degli studios che preferirono optare per un contenuto più comico. La comicità gioca infatti un ruolo centrale in quest’opera e come accade spesso, per motivi di comprensione, bisogna riadattarla per ogni nazione. Inutile dire che il lavoro svolto dal duo comico Luca e Paolo va oltre l’impensabile. I due talent hanno dato vita a Kuzco e Kronk con assoluta naturalezza e spontaneità, dimostrando tutta la loro complicità e di aver colto fino in fondo l’essenza dei due personaggi. Mai una parola fuori posto o un attimo di incertezza. Alle loro incredibili performance bisogna però anche sommare lo sbalorditivo lavoro di Anna Marchesini su Yzma, vera meraviglia del film. Trasformista eccellente e caratterista di innegabile talento, la compianta Marchesini non si è infatti risparmiata nel dare l’animo che tutti noi conosciamo alla perfida consigliera di corte. La pellicola è disponibile su Disney Plus ma credo che tutti voi lo sappiate già.

Menzione d’onore: Giampiero Galeazzi (Space Jam)

Giampiero Galeazzi: Bisteccone compie 75 anni - Guerin Sportivo

In occasione dell’uscita in sala del secondo capitolo firmato Space Jam, noi di CineWriting vogliamo ricordarvi l’incredibile e storica prestazione di un talent davvero in forma. Giampiero Galeazzi, privo di qualsiasi esperienza in studio, fu chiamato per sostituire l’infallibile Danny DeVito nella versione italiana. Un’altra scommessa ad alto rischio vinta sulla carta. Grazie infatti alla sua caratteristica voce nasale e gutturale, l’ex canottiere si è dimostrato un perfetto Mr Swackhammer, realistico e spontaneo fino alla fine. La sua è probabilmente una recitazione sopra le righe ma che indubbiamente ha permesso al diabolico imprenditore di trovare in lui un alter ego assolutamente perfetto. Non dimentichiamoci però anche di un’altra sorpresa vocale: il carismatico topolino alla telecronaca che porta la voce del grande Alessandro Ciotti. Lo storico radiocronista contribuisce infatti con una performance davvero sensazionale, dove ancora oggi la sua voce roca resta viva nel ricordo del pubblico. Potete trovare questo capolavoro su Netflix.

Numero 2: Fiorello e Tosca (Anastasia)

Fiorello si ritira: dopo Sanremo 2021, spazio ai giovani
Tosca al Fraschini | Appunti musicali dal mondo | Winter Jazz Portraits /  23 dicembre, h 20.30 | Teatro Fraschini di Pavia

Gli anni ’90 saranno per sempre ricordati come il territorio di caccia per eccellenza della Disney. Un periodo in cui sfidare il grande colosso dell’animazione voleva dire portare a casa una sconfitta sicura. Almeno fino al 1997 quando un film prodotto dai Fox Animation Studios riuscì ad imporsi e a far breccia nel cuore del grande pubblico. Se poi Anastasia è diventata una pellicola iconica anche in Italia, il merito va sicuramente allo splendido lavoro svolto dalla coppia Tosca-Fiorello in cabina di doppiaggio. Grazie ad un periodo estremamente brillante, i due dimostrarono fin da subito un’alchimia e un’affinità senza eguali, capace di restituire ad Anastasia e a Dimitri tutte le sfumature che li rendono unici. I due protagonisti hanno infatti trovato nella coppia di talent la complicità e l’animo di cui avevano bisogno, capaci soprattutto di caratterizzarli anche al di là delle parti cantate. La canzone “Il mio inizio sei tu” rimane comunque uno dei momenti più intensi in cui è possibile percepire l’animo e l’alchimia della coppia Tosca-Fiorello. Il film è disponibile su Disney Plus.

Numero 1: Fabrizio Frizzi (Toy story)

Innovativo, brillante e assolutamente geniale. Il fenomenale Toy Story ha infatti segnato intere generazioni facendo innamorare grandi e piccini senza alcuna distinzione; e dimostrando ancora oggi di meritarsi una posizione sul podio dei grandi classici Pixar, Se la versione originale è impreziosita poi da un cast vocale di grande prestigio, in Italia la fama di questa meravigliosa pellicola è legata strettamente alla figura del mitico Fabrizio Frizzi. In tv il celebre conduttore ha sempre dimostrato professionalità e la classe dei grandi presentatori vecchia scuola; fattori che lo resero il candidato ideale per animare il famoso sceriffo di stoffa. Mai una scelta fu più azzeccata con un talent. L’incredibile lavoro svolto fu soltanto la conferma della sua grande preparazione artistica, suddivisa da una presenza scenica assolutamente invidiabile e una serie di capacità interpretative del tutto uniche. Nel caso di Frizzi poi è avvenuta una rarissima sovrapposizione tra personaggio e doppiatore, visto che l’animo gentile e dal grande cuore di Woody assomiglia per davvero a quello del compianto presentatore. Speriamo di rivedere presto un talent di così tanto spessore. Potete recuperare il film su Disney Plus.

Non dimenticare che altri speciali ti aspettano. Clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.