Nonostante un inizio abbastanza tortuoso, Harrison Ford è riuscito a incantare il mondo intero sia per il suo stile unico e inconfondibile, che per le sue profonde e spiccate doti recitative. Considerato come uno dei volti più rappresentativi della grande Hollywood, l’attore ha dato vita con grande prestigio ad alcuni dei ruoli più iconici del cinema anni 80′, rendendoli oggi giorno degli esempi senza tempo e dei punti di riferimento. Nella sua lunga filmografia sono infatti presenti personaggi del calibro di Han Solo, Indiana Jones e addirittura Rick Deckard; insomma, ruoli sconosciuti ma che con il tempo hanno saputo conquistare una notorietà di proporzioni inimmaginabili.

Inoltre, potete trovare immediatamente qua sotto, un bellissimo video in cui lo stesso Harrison Ford ripercorre la sua storica e leggendaria carriera.

La sua recitazione, sempre asciutta e impeccabile, gli ha permesso di dar vita ad una straordinaria carriera, diventando in brevissimo tempo uno degli attori più influenti della sua generazione. Ford riesce infatti con assoluta facilità e credibilità ad incarnare un’enorme varietà di emozioni, dimostrando sia una dolcezza disarmante che un carisma e una freddezza pressoché palpabili. Un dono a dir poco eccezionale che solo i più grandi attori possono vantare di avere. La sua unicità però non risiede soltanto nella sua espressività, ma anche nel modo in cui trasforma le emozioni in linguaggio, riuscendo sempre a trasmette anche la più flebile delle sensazioni in maniera folgorante. In breve, un autentico divo che, oltre ad una serie di personaggi leggendari, ha regalato al mondo anche alcune delle scene più memorabili di tutti i tempi.

Il 13 Luglio è il suo compleanno e noi di Cinewriting vogliamo festeggiarlo ricordandovi alcuni dei suoi film meno noti. Una raccolta di 4 titoli (uno per ogni decade) che dimostra quanto il nostro caro Indiana Jones sia assolutamente incredibile.


Tanti auguri Harrison!

Harrison Ford Wallpapers - Top Free Harrison Ford Backgrounds -  WallpaperAccess

“Tutto ciò che vorrei dire alla gente è di tenersi caro ciò che c’è di individuale in loro. Di non permettere alla loro ambizione per il successo di portarli ad imitare il successo degli altri. Devi trovarlo con le tue proprie attitudini.”

Harrison Ford

Numero 4: Il richiamo della foresta

Adattamento dell’omonimo classico letterario firmato Jack London, la pellicola porta sul grande schermo la storia di Buck, un cane dal cuore d’oro, e dell’eremita John Thornton, un uomo solitario e dal triste trascorso. La vita dell’animale viene sconvolta quando improvvisamente viene rapito dalla sua casa in California e portato come cane da slitta nella fredda Alaska.

Il richiamo della foresta (The Call of the Wild) | MAXXI

Harrison Ford da vita senza mezzi termini ad una delle sue prove attoriali più toccanti degli ultimi anni, trasmettendo con efficacia e abilità una delle tematiche principali del film: il rapporto con la natura. È stato proprio da questo punto che l’attore è partito per la realizzazione del suo personaggio, corroborandolo sempre più con un’umanità e un realismo assolutamente toccanti. Inoltre, la sua strabiliante capacità nel restituire anche la profonda e malinconia solitudine di John, resta una delle sfumature più riuscite del personaggio. Tutto ciò non soltanto conferma quanto sia incredibile l’attore, ma anche che gli anni sulle spalle non l’hanno scalfito. La pellicola è disponibile su Disney Plus: ottimo per una serata in famiglia!

Numero 3: K-19

Accompagnato da un incredibile Liam Neeson, Harrison Ford si muove con assoluta naturalezza sullo sfondo di una storia di guerra, tratta da fatti realmente accaduti. Nel 1961 al capitano Alexei Vostrikov venne affidato il comando del sottomarino nucleare K19, il primo equipaggiato con missili balistici, e l’incarico di eseguire un’esercitazione per dimostrare agli americani quanto sia potente l’armamento dell’Unione Sovietica. Qualcosa però andò storto e l’incidente, ritenuto dalle alte cariche un fallimento colossale, venne nascosto all’opinione pubblica per quasi un trentennio.

K-19: The Widowmaker | Movie fanart | fanart.tv

Per l’occasione Harrison Ford recupera alcune sue storiche sfumature e modella il suo personaggio sul contrasto tra il patriottismo militare e l’etica umana. L’attore infatti per dare maggior vigore al ruolo ha modificato sapientemente il suo carisma verso una direzione più cinica e utilitarista, regalando così un magnifico risultato. Con la sua incisiva espressività però l’interprete non si limita ad incarnare solamente un patriottico militare; ma attua in maniera stupefacente una vera e propria trasformazione caratteriale, arrivando alla fine ad avere un comandante legato anche emotivamente al suo equipaggio.

Numero 2: Il Fuggitivo

Sotto la regia di Andrew Davis, Harrison Ford accantona per un attimo i suoi più celebri personaggi per misurarsi con quella che si rivelerà essere una storia più complessa del previsto. Rientrato a casa dopo un’operazione di emergenza, il chirurgo Richard Kimble trova il corpo senza vita della moglie. L’uomo tenta di dimostrare la propria innocenza ma viene arrestato con l’accusa di omicidio. Durante un trasferimento però, Kimble trova il modo di scappare; dando così vita ad un’intensa caccia all’uomo tra lui e le forze dell’ordine.

Prime Video: Il Fuggitivo

Con un carisma più bruciante del solito, l’attore impersona magnificamente lo sfortunato Richard Kimble, un normale chirurgo a cui viene strappata la propria vita e che dovrà combattere con tutte le sue forze per riottenerla. Harrison Ford realizza una stupenda prova attoriale, trasmettendo con assoluta umanità e precisione il senso di fragilità che caratterizza il suo personaggio. La sua è un’interpretazione davvero singolare che oltre a restituisce pienamente il punto di vista di Richard, ne trasmette anche una stupenda forza interiore. Inoltre, Tommy Lee Jones non delude le aspettative e aiuta a catapultare efficacemente lo spettatore nel mezzo di un complesso ed emozionante inseguimento. Un binomio attoriale a dir poco straordinario.

Numero 1: Il Testimone

Insieme ai più grandi successi commerciali del periodo, Harrison Ford recitò in un altro grande film destinato a scrivere la storia: Witness – Il testimone. Nel 1985 Samuel, un bambino della comunità Amish, assiste per errore all’omicidio di un agente di polizia. In seguito all’interrogatorio con il detective John Book, emerge che uno degli assassini è in realtà un poliziotto del medesimo distretto. Book, resosi conto del pericolo, decide di nasconde Samuel insieme alla madre, ma l’omicida e i suoi complici sono sulle loro tracce.

Witness | Movie fanart | fanart.tv

Ancora una volta Ford dimostra di sapersi rinnovare in funzione del racconto filmico, dando così vita senza mezzi termini ad una delle sue migliori interpretazioni. La sua recitazione è infatti un eccellente mix tra volontà, carisma, autoironia e tristezza; ingredienti magnificamente dosati per l’occasione e che rendono assolutamente unico e realistico il capitano Book. Questo ruolo non fa altro che confermare le brillanti doti recitative dell’attore, che lo interpreta anche con uno spiccato e intenso spessore emotivo. Non a caso, la performance gli fece ottenere diversi premi e nomination, tra cui quella di miglior attore protagonista ai premi Oscar 1986.

Perché non leggere altri speciali? Clicca qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.