Speciale Christian Bale: Buon Compleanno Cavaliere Oscuro

Noto anche per il suo trasformismo fisico al limite dell’impossibile, Christian Bale è senz’altro uno degli attori più performanti ed espressivi della sua generazione. Con le sue strabilianti abilità, ha infatti ridato vita ad alcuni dei ruoli più celebri del mondo cinematografico, senza però lasciarsi mai schiacciare da uno di essi. Nella sua lunga filmografia sono infatti presenti personaggi del calibro di Bruce Wayne, John Connor e addirittura Mosè; insomma, ruoli notevolmente pesanti e difficili. Scoperto giovanissimo, Bale ha sempre trovato il modo di distinguersi, grazie al suo temprato carisma e al suo singolare approccio alla recitazione, riuscendo così a collaborare con i migliori autori del cinema mainstream e di quello indipendente. Un esempio è infatti la sua memorabile collaborazione con il regista Christopher Nolan. Il 30 Gennaio è il suo compleanno e per festeggiarlo noi di Cinewriting vogliamo ricordandovi alcuni dei suoi film più belli degli ultimi 15 anni. Una raccolta di 5 (più uno special) titoli che dimostrano quanto l’attore di “American Psycho” sia assolutamente incredibile.
Tanti auguri Christian!

Christian Bale HD Wallpapers for desktop download

Non conoscere la vita privata degli attori ci permette di guardare ai personaggi che interpretano in modo puro e di credere alla realtà che creano recitando.”

Christian Bale

Numero 5: Quel treno per Yuma

3:10 to Yuma (2007) HD Wallpaper | Sfondo | 1920x1080 | ID:804587 -  Wallpaper Abyss

Il regista James Mangold porta una boccata d’aria fresca all’indimenticabile film di Delmer Daves, uscito nel 1957, riadattandolo magnificamente in chiave moderna. Senza perdere di vista l’aspetto umano, il titolo presenta uno strabiliante senso di dinamismo che lo rende senza dubbi uno dei pochi remake riusciti del cinema western classico.

La storia è incentrata sulla contrapposizione tra due caratteri apparentemente incompatibili ma che, malgrado tutto, finiscono però per sviluppare una forma di rispetto se non di amicizia. Per l’occasione vennero infatti scelti Russel Crowe e Christian Bale, i quali si dimostrarono assolutamente adatti e abili nel ricoprire gli storici ruoli. Il primo veste i panni del famigerato bandito Ben Wade mentre il secondo del contadino Dan Evans che ha appunto l’infausto incaricato di farlo salire sul treno diretto alla prigione di Yuma. Con la sua singolare espressività, l’attore gallese dona una stupenda forza al personaggio, realizzando così fino alla fine una prova attoriale davvero meravigliosa e decisamente struggente, che va ad approfondire notevolmente la tridimensionalità del personaggio.

Numero 4: L’alba della libertà

Rescue Dawn (2006) / AvaxHome

Un film a dir poco struggente e intenso, che riporta con impegno il punto di vista dei prigionieri di guerra. Werner Herzog ritorna sul grande schermo proponendo in chiave filmica la storia dell’aviatore Dieter Dengler, già raccontata nel suo precedente documentario intitolato Little Dieter Needs to Fly. Mai arrivata però nei cinema italiani, la pellicola è ambientata durante la vigilia della brutale guerra del Vietnam dove in seguito ad una missione fallita, il giovane uomo viene fatto prigioniero e portato in campo di prigionia nel Laos.

Christian Bale adatta nuovamente il suo fisico per l’occasione, perdendo peso e trasmettendo così in maniera più intensa gli orrori del conflitto, nonché un profondo senso di sofferenza e frustrazione. Da carismatico aviatore a vittima nel pieno senso del termine, l’attore mette di fronte allo spettatore un cambiamento assolutamente tragico e alienante, in grado di farlo riflettere e di contribuire notevolmente ad una storia già commovente e disturbante.

Numero 3: Le Mans ’66 – La grande sfida

Film Ford v. Ferrari: Christian Bale e Matt Damon, il trailer - MotorBox

Nel 2019 il regista James Mangold ritorna sul grande schermo con una storia a dir poco meravigliosa, dinamica e commovente. Ispirato da fatti realmente accaduti, il film racconta della celebre gara 24 ore di Le Mans del 1966 e dello storico confronto tra Ford e Ferrari. Christian Bale impersona Ken Miles, un collaudatore d’auto tanto bravo alla guida quando dal carattere complicato che, insieme all’amico Carroll Shelby, accetta l’arduo compito di provare a superare la Ferrari e così vincere nuovamente la gara al volante di una Ford.

L’attore si dimostra a dir poco perfetto per il ruolo, mostrando in maniera incredibile le sfaccettature sia di un padre amorevole che di un pilota estremamente ambizioso. La sua è una prova attoriale davvero strabiliante che gli fece guadagnare diversi premi e nomination, tra cui un Golden Globe come miglior attore in un film drammatico.
Non perderti anche la nostra recensione su questa incredibile pellicola . Clicca qui!

Menzione onorevole: Vice – L’uomo nell’ombra

Vice - L'uomo nell'ombra - Film (2018)

Irriconoscibile e appesantito da un’immensa maschera cupa, Christian Bale impersona Dick Cheney in questa pellicola drammatica/autobiografica firmata Adam McKay. Il film ripercorre l’ascesa del noto politico alla carica di vicepresidente degli Stati Uniti e di come insieme all’allora presidente George W. Bush abbia rimodellato il paese. Nonostante l’enorme quantitativo di trucco addosso, le abilità attoriali di Bale non vengono sminuite e in un meraviglioso atto camaleontico, interpreta il politico in maniera convincente e realistica. Machiavellica, ambigua e dai risvolti oscuri, questa controversa figura rappresenta sicuramente all’interno della lunga filmografia dell’attore una prova attoriale meritevole di una menzione d’onore. Un’interpretazione davvero ben eseguita che valse all’attore svariati premi, oltre che alla celebre nomination come miglior attore protagonista ai premi Oscar 2019.

Numero 2: American Hustle – L’apparenza inganna

American Hustle HD Wallpaper | Sfondo | 1920x1080 | ID:626715 - Wallpaper  Abyss

La pellicola di David O. Russell non fa mistero delle sue intenzioni autoriflessive sulla linea di demarcazione che separa il vero dal falso. Destreggiandosi appunto tra realtà e finzione, sviluppa la sua storia con l’intento di approfondire e svelare il senso dell’artificio che si trova solitamente dietro la macchina da presa. E chi se non Christian Bale poteva rendere più immediato questo obiettivo?!

Il suo Irving Rosenfeld, un truffatore sotto copertura nella mafia del New Jersey, è un uomo in disgrazia assolutamente ben eseguito e convincente, in grado di trasmette con chiarezza il tema centrale del film: credere oppure no. Per l’occasione, l’attore gallese mise su pancia e insieme al parrucchino si immerse completamente nel ruolo senza lasciarsi scappare neanche una minima imperfezione. La pellicola è disponibile su Netflix e mostra senza dubbio uno dei personaggi più incredibili della carriera di Christian Bale.

Numero 1: The Fighter

The Fighter - Hollywood Suite

Dopo svariati titoli da protagonista indiscusso, Christian Bale vinse finalmente l’Oscar come miglior attore non protagonista nel 2010, grazie all’indimenticabile pellicola di David O. Russell. Qui l’attore gallese, si muove nuovamente sullo sfondo di una storia vera, vestendo i panni di Dicky Eklund, un ex pugile caduto in disgrazia. Ormai tossicodipendente sul punto di arrendersi, l’uomo trova però il modo di riscattarsi allenando il suo fratellastro Micky Wand.

Per il ruolo, Bale si sottopose ancora una volta ad uno dei suoi dimagrimenti estremi, perdendo tantissimo peso e massa muscolare. Anche se non al livello visto ne L’uomo senza sonno, resta comunque una prova fisica e mentale tra le più estenuanti a cui un’attore possa sottoporsi. Come sempre però, è lo sguardo a guadagnare il maggiore risalto e ad esprimere tutta la drammaticità di un personaggio completamente allo sbando e fuori controllo.

Non dimenticare che altri speciali ti aspettano. Clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.