David di Donatello 2020: i trailer dei film vincitori

UNA SERATA PARTICOLARE

David
Carlo Conti solo sul palco a presentare la cerimonia dei David di Donatello 2020

Venerdì 8 maggio è andata in onda su Rai 1 dalle 21.30 la cerimonia di premiazione per i David di Donatello 2020. In un’inedita modalità streaming, si sono collegati via webcam all’evento attrici, attori e registi. Grandi assenti della serata le maestranze, che sono state ringraziate dagli attori e dai registi, ma a cui comunque è stato dedicato poco spazio. Tra di loro, molti vincitrici e vincitori sono stati elencati di fretta e senza nemmeno un collegamento web. Poche anche le nomination e i premi vinti da donne in questa edizione. Speriamo vada meglio l’anno prossimo.

IL TRADITORE di Marco Bellocchio

David
Marco Bellocchio in collegamento streaming mentre riceve il premio per la miglior regia

Il Traditore di Marco Bellocchio è il grande vincitore di questa edizione dei David di Donatello, che con ben 6 premi si aggiudica miglior film, miglior regia, miglior attore protagonista (Pierfrancesco Favino), miglior attore non protagonista (Luigi Lo Cascio), miglior montaggio (Francesca Calvelli) e miglior sceneggiatura originale (Marco Bellocchio, Ludovica Rampoldi, Valia Santella, Francesco Piccolo). Il film racconta la storia di Tommaso Buscetta, ex mafioso appartenente al clan di Cosa Nostra, diventato informatore.

David
David
David
Pierfrancesco Favino nei panni di Tommaso Buscetta nel film Il Traditore di Marco Bellocchio
David
Luigi Lo Cascio in Il Traditore di Marco Bellocchio

Il Traditore è stato presentato in concorso al 72° Festival di Cannes in anteprima mondiale.

Sicilia, inizio anni ’80. Lo sviluppo e la l’ascesa del commercio di eroina hanno scatenato una guerra di Mafia: Totò Riina e i Corleonesi contro le vecchie famiglie. Dall’altra parte del mondo, a Rio de Janeiro, Tommaso Buscetta si sente sotto assedio. […] Ad attenderlo per riportarlo in patria c’è Gianni De Gennaro, il più fedele collaboratore del Giudice Giovanni Falcone. A Roma incontra Falcone e inizia a collaborare.

PINOCCHIO di Matteo Garrone

David
Il babbo di Pinocchio e il burattino “appena nato”
Pinocchio
David

Il film di Matteo Garrone tratto dalle famose vicende del burattino di Collodi è riuscito a vincere ben 5 premi:  miglior scenografia, miglior trucco, miglior costume, miglior acconciatura e migliori effetti speciali visivi. Roberto Benigni, nei panni di Geppetto, è stato candidato come miglior attore non protagonista.

David
David
David
Pinocchio col Gatto e la Volpe

LA DEA FORTUNA di Ferzan Ozpetek

Al film di Ozpetek va il premio per la miglior attrice, assegnato a Jasmine Trinca nel ruolo di Annnamaria e il premio per la miglior canzone originale dal titolo Che vita meravigliosa, interpretata e scritta da Diodato.

David
Jasmine Trinca mentre riceve il premio come migliore attrice protagonista

Ecco la sinossi ufficiale del film, senza spoiler.

Arturo (Stefano Accorsi) e Alessandro (Edoardo Leo) sono una coppia da più di quindici anni. Nonostante la passione e l’amore si siano trasformati in un affetto importante, la loro relazione è in crisi da tempo. L’improvviso arrivo nelle loro vite di due bambini lasciatigli in custodia per qualche giorno da Annamaria (Jasmine Trinca), la migliore amica di Alessandro, potrebbe però dare un’insperata svolta alla loro stanca routine. La soluzione sarà un gesto folle. Ma d’altronde l’amore è uno stato di piacevole follia.

5 E’ IL NUMERO PERFETTO di Igort

Valeria Golino ha aperto la cerimonia di premiazione 2020, vincendo il David come miglior attrice non protagonista per il film del regista esordiente Igort, 5 è il numero perfetto.

David
Valeria Golino mentre riceve il David come miglior attrice non protagonista

Peppino Lo Cicero, killer della camorra ormai in pensione, è orgoglioso della carriera che il figlio sta intraprendendo nella gerarchia criminale. Quando questi viene freddato in un agguato, la vendetta è l’unica strada possibile per un uomo d’onore. Solo alla fine del suo percorso potrà finalmente ricominciare una nuova esistenza lontano dalla città in cui è nato e che non ha mai lasciato; ma come in un crudele scherzo del destino sarà anche il momento in cui scoprirà di essere stato vittima di un diabolico tradimento.

MARTIN EDEN di Pietro Marcello

David
David

Martin Eden, basato sull’omonimo romanzo di Jack London, si aggiudica il premio per la miglior sceneggiatura non originale (Maurizio Braucci e Pietro Marcello). Gli altri film candidati al premio erano: La paranza dei bambini, Pinocchio, La famosa invasione degli orsi in Sicilia e Il sindaco del rione Sanità. Martin Eden è stato presentato in concorso al 76° Festival di Venezia in anteprima mondiale. Ecco la sinossi ufficiale:

Dopo aver salvato da un pestaggio Arturo, giovane rampollo della borghesia industriale, il marinaio Martin Eden viene ricevuto in casa della famiglia del ragazzo e qui conosce Elena, la bella sorella di Arturo, e se ne innamora al primo sguardo. La giovane donna, colta e raffinata, diventa non solo un’ossessione amorosa ma il simbolo dello status sociale cui Martin aspira a elevarsi. A costo di enormi fatiche e affrontando gli ostacoli della propria umile origine, Martin insegue il sogno di diventare scrittore e – influenzato dal vecchio intellettuale Russ Brissenden – si avvicina ai circoli socialisti, entrando per questo in conflitto con Elena e con il suo mondo borghese…

David

IL PRIMO RE di Matteo Rovere

David
David
David

Film estremamente interessante che forse non è stato accolto in maniera troppo entusiastica dal pubblico date le sue peculiarità (dura 123 minuti ed è tutto parlato in latino), Il primo re riesce comunque ad aggiudicarsi 3 meritati David di Donatello: miglior fotografia, miglior produzione e miglior suono.

David

Questa la sinossi del film sul sito ufficiale dell’Accademia del Cinema Italiano:

Due fratelli, soli, nell’uno la forza dell’altro, in un mondo antico e ostile sfideranno il volere implacabile degli Dei. Dal loro sangue nascerà una città, Roma, il più grande impero che la Storia ricordi. Un legame fortissimo, destinato a diventare leggenda.

David

IL FLAUTO MAGICO DI PIAZZA VITTORIO di Mario Tronco e Gianfranco Cabiddu

Primo docu musical italiano Il flauto magico di Piazza Vittorio è un film musicale che riscrive l’opera omonima di Mozart in una chiave multietnica e vivace che ha vinto il David come miglior musicista. Queste le parole dell’orchestra dopo la premiazione:

“E’ un momento bellissimo e di grande soddisfazione, siamo contentissimi di aver vinto questo premio così importante per un progetto nato dal basso come quello del Flauto Magico, tanto ambizioso ma anche tanto complicato. E’ curioso che in questo momento storico venga premiata una moltitudine, che in un periodo in cui si ha grande paura delle aggregazioni vinca questo premio l’emblema di quello che è una moltitudine di persone felici assieme che fanno un percorso di grande sacrificio e amore. Dedichiamo questo premio a tutti i musicisti che in questo momento soffrono guardando il calendario e non sapendo quando potranno tornare su un palcoscenico a raccontare le proprie emozioni”

SELFIE di Agostino Ferrente

Selfie di Agostino Ferrente è il vincitore del David di Donatello come miglior documentario.

Ambientato a Napoli, nel Rione Traiano, Selfie è “un film sullo sguardo”. I protagonisti, Alessandro e Pietro, sono due sedicenni che, con la guida del regista, sono anche gli operatori che filmano se stessi in modalità “selfie”, guardandosi nello specchio del display del telefonino. In questo modo raccontano il loro quartiere , la loro vita quotidiana, le loro amicizia e soprattutto la tragedia di Davide, l’amico ucciso senza colpa a sedici anni da un carabiniere. Il film racconta un mondo in cui diventare camorristi non è una scelta ma un destino segnato fin dalla nascita. Alessandro e Pietro contrastano questo percorso obbligato per difendere il loro desiderio di una vita normale.

INVERNO di Giulio Mastromauro

Inverno di Giulio Mastromauro è il vincitore del David come miglior cortometraggio. Ecco la sinossi dal sito ufficiale dell’Accademia del Cinema Italiano.

Timo, il più piccolo di una comunità greca di giostrai, si trova ad affrontare insieme ai suoi cari l’inverno più duro.

N.B. Il premio al miglior cortometraggio viene assegnato da una giuria composta da Giada Calabria, Francesca Calvelli, Leonardo Diberti, Paolo Fondato, Elisabetta Lodoli, Enrico Magrelli, Lamberto Mancini, Mario Mazzetti, Paolo Mereghetti e presieduta da Andrea Piersanti.

MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI di Stefano Cipani

Il film di Stefano Cipani, tratto dal libro omonimo di Giacomo Mazzariol, è il vincitore del premio David Giovani.

Jack fin da piccolo desiderava un fratello maschio con cui giocare e quando i suoi genitori gli hanno raccontato che Gio, suo fratello, sarebbe stato un bambino “speciale”, nel suo immaginario diventa un supereroe, dotato di poteri incredibili. Con il passare del tempo Jack scopre la sindrome di Down e Gio diventa un segreto da non svelare. Con la vergogna nel cuore, trascorre il tempo delle scuole medie. Quando Jack conosce il primo amore, Arianna, la presenza di Gio, con i suoi bizzarri e imprevedibili comportamenti, diventa per lui un fardello tanto pesante da arrivare a negare ad Arianna e ai nuovi amici del liceo l’esistenza di Gio. Ma non si può pretendere di essere amati da qualcuno per come si è, se non si è in grado per primi di amare gli altri senza farsi accecare dai loro difetti. Solo alla fine Jack riuscirà a farsi travolgere dall’energia e dalla vitalità genuina di suo fratello, che grazie al suo originale punto di vista riesce a trasformare il mondo come un supereroe.

N. B. Il Premio David Giovani viene assegnato da una giuria nazionale di studenti degli ultimi due anni di corso delle scuole secondarie di II grado.

PARASITE di Joon Ho Bong

A vincere il David di Donatello come miglior film straniero è Parasite, il caso cinematografico del 2019, proveniente dalla Corea del Sud.

Cosa pensate dei vincitori di quest’anno? Fateci sapere la vostra su Instagram o nei commenti.

Siete interessati al mondo del cinema e volete saperne di più? Cliccate qui per visitare il nostro sito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.