Wonder

8.1

Wonder (in breve)

Regista

Stephen Chbosky

cast

Jacob Tremblay, Julia Roberts, Owen Wilson

sceneggiatore

Stephen Chbosky, Steve Conrad, Jack Thorne

produttore

Lionsgate, Mandeville Films, Participant Media, Walden Media

durata

117 minuti

Offerte
Data di uscita

21 Dicembre 2017

L'adattamento cinematografico di Wonder vede il giovane Jacob Trembley (Room) nel ruolo del protagonista August "Auggie" Pullman, bambino affetto dalla Sindrome di Treacher Collins in procinto di frequentare la quinta elementare in una scuola pubblica locale. Costretto precedentemente a studiare a casa a causa dei numerosi interventi chirurgici al viso, è la prima volta che August si unisce a una classe di coetanei, mangia alla mensa della scuola o parte in campeggio coi compagni. Nonostante le preoccupazioni di mamma Isabel (Julia Roberts) e papà Nate (Owen Wilson) sostiene gli sguardi curiosi e diffidenti degli studenti con fierezza e dignità, facendo il suo ingresso nella scuola pubblica come un supereroe, o piuttosto come un astronauta deciso a piantare la sua bandiera in un mondo distante e inesplorato. Mentre la famiglia, i nuovi compagni di classe e tutti quelli intorno a lui si sforzano per accettarlo, lo straordinario viaggio di Auggie li unirà tutti dimostrando che non puoi omologarti quando sei nato per distinguerti.

Wonder. Ecco la nostra recensione della commedia americana di Stephen Chbosky!

Wonder
La premessa di questo racconto cinematografico, “Wonder”, è quella di una coppia media americana, che ha già una figlia, e a cui nasce un bambino. Il guaio è che questi ha un viso deforme, e nell’arco di circa una decina di anni subisce decine di operazioni al volto. Inevitabile sarà il passaggio da un’educazione totalmente familiare, data la sua condizione, a una vera e propria scuola. Inizia così il suo ingresso all’interno di quella che è l’istituzione più importante nella vita di ognuno. Inizia un impegnativo percorso di inserimento in un contesto scolastico con altri bambini, cosiddetti “normali”. Si passa dal rifiuto all’accettazione, tutt’altro che semplici o indolori, in un percorso dicrescita che comporta un’autentica rivoluzione anche per tutte le persone attorno a lui, dai famigliari agli amici in primis.

Tra il reale e il favolistico

Wonder
Adattamento del romanzo di R.J. Palacio, uscito nel 2012, lo stile  cinematografico impiegato è quello a metà strada tra il reale e il favolistico. Vivremo la storia più o meno sempre dal punto di vista del protagonista e delle sue passioni, dal cinema di Star Wars (con tanto di camei d’eccezione) ad Halloween, fino ai videogiochi amati dai giovanissimi nativi digitali.
Il tema principale è la diversità, e tutto ciò che ne deriva, dal rapporto con il suo migliore amico fino al confronto, e scontro, contro quelli che sono i suoi antagonisti, con tanto di colpi di scena. Questa pellicola ha il pregio di riuscire, con lievità e intelligenza, ad affrontare tuttavia anche altri temi. Alcuni esempi sono il rapporto fra genitori e figli, oltre che il legame fratello-sorella, oltre i soliti stereotipi riuscendo talvolta anche ad andare a fondo al problema senza fare sconti né pietismi.

 Quando l’intrattenimento è anche educativo

Wonder
Contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare (e a quanto avete appena letto), in definitiva si tratta di un film in cui tutto sommato il più delle volte si ride. E che commuove, in maniera diretta e mai ruffiana, soltanto nei momenti in cui è necessario, con un finale da manuale ma tutto sommato abbastanza sorprendente.
Forse una pellicola minore, ma di certo un intrattenimento educativo da proporre sia ai più giovani, coetanei del protagonista, fino agli adulti… I quali non dovrebbero mai dimenticarsi che cosa furono e quali erano, e in alcuni casi sono ancora, i loro sogni. E, soprattutto, di come potrebbero cambiare il mondo in cui vivono. Grazie sicuramente a un’accurata scrittura cinematografica, oltre a una regia a un cast che funziona senza intoppi e senza inutili divismi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Halloween

Halloween (1978): La nascita del Mito di Michael Myers

In occasione del quarantesimo anniversario del capolavoro di John Carpenter, ecco lo speciale dedicato al film a cura di Ettore…
Lady Gaga

A Star is Born: Un’ottima Lady Gaga tra calore e nebbiosità

"A Star is Born", l'esordio alla regia di Bradley Cooper con protagonista l'iconica Lady Gaga, è nelle sale italiane dall'11…
Locandina della XVIII edizione del ToHorror FilmFest

ToHorror FilmFest: Boar, Summer of 84, Is That You?

ToHorror Film Fest: Mini-recensioni di Boar, Summer of 84 e Is that You Un beast movie, un thriller di suspense…
Johnny English

Johnny English Colpisce Ancora: Un divertente sequel fuori tempo massimo

Il terzo capitolo della saga di Johnny English con protagonista Rowan Atkinson è nelle sale italiane dall'11 Ottobre. Ecco il…

Construction Simulator 2 US: la recensione

Viva l'edilizia con Construction Simulator 2 US! Abbiamo recentemente parlato di questo titolo, quando Astragon ha annunciato la sua disponibilità per…

8

Ottimo

Pro

  • Una storia educativa, ben scritta e diretta.

contro

  • Non si tratta di un film imperdibile, sia chiaro!
Vai alla barra degli strumenti