7.0

VENOM

Regista

Ruben Fleischer

cast

Tom Hardy, Michelle Williams, Riz Ahmed, Woody Harrelson, Jenny Slate, Scott Haze, Reid Scott

sceneggiatore

Scott Rosemberg, Jeff Pinkner, Kelly Marcel, Will Beall

produttore

Avi Arad, Amy Pascal, Matt Tolmach

durata

112 min.

Offerte
Data di uscita

04/10/2018

Eddie Brock è un giornalista investigativo. Nel tentativo di rianimare la sua carriera inizia ad indagare su uno scandalo che coinvolge la Life Foundation, una sofisticata organizzazione senza scrupoli formata da un gruppo survivalista. Eddie entra in contatto con un'entità aliena con la quale si fonde ottennendo superpoteri. Il rapporto tra Eddie e il simbionte è quello di un "ibrido" con i due personaggi che condividono lo stesso corpo e che si vedono costretti da lavorare insieme.

Venom. Davvero?

“Venom” è un film del 2018 diretto da Ruben Fleischer con protagonista Tom Hardy. Il film, spin-off della serie di cinecomics su Spider-man, è l’adattamento di un personaggio molto conosciuto! Venom, creato da David Michelinie e Todd McFarlane. La pellicola rappresenta il primo film del Marvel Universe targato Sony in associazione con la Marvel. Va specificato che “Venom” non rientra nel MCU.

Occasione sprecata?

Sin dal primo trailer se ne sono dette di ogni ma, questo film è davvero così pessimo come sostengono in molti? Alla fin fine è la solita storia, con il solito protagonista e con il solito finale ma obiettivamente, nella storia dei cinecomics, è uscita roba peggiore. Uno dei pregi di questa pellicola è senza dubbio la performance di Tom Hardy. Negli ultimi anni lo abbiamo visto recitare sempre con delle maschere addosso vedi Bane ne “Il Cavaliere Oscuro: il ritorno” di Nolan, Farrier in “Dunkirk” sempre di Nolan e Max in “Mad Max: Fury Road” di Miller.

L’amichevole giornalista di quartiere…

Tom Hardy interpreta alla grande il ruolo di Eddie Brock, un giornalista che cerca di far luce sulle varie ingiustizie che affliggono la sua città, San Francisco, e per questo si fa molti nemici. A causa di un suo comportamento impulsivo finisce nei guai coinvolgendo le persone alle quali era affezionato. Per Eddie comincia un periodo  difficile che lo porterà all’incontro con il temibile simbionte! Tom Hardy, che solitamente interpreta ruoli di personaggi forti e intraprendenti, in questo caso riesce a rendere alla perfezione tutte le incertezze che affliggono Eddie.

Un film per famiglie…

Questa pellicola avrebbe dovuto rappresentare quella maturità e quel cinismo che si confà a un personaggio come Venom…ma, ahimè, ciò non succede come ci si aspetterebbe! Per carità qualche scena violenta c’è ma è comunque una violenza standard da cinecomics. Con questo film si poteva e si doveva osare di più. Non solo, il film è permeato di un umorismo talmente puerile da far sembrare “Thor Ragnarok” un capolavoro! Battute talmente idiote che cozzano con quell’aura dark inizialmente pensata. Si percepisce che questo film era stato progettato con l’intento di realizzare qualcosa di più maturo ma che, per scelte di marketing, ha subìto delle modifiche per essere fruito da tutti…

Commento finale:

Tirando un po’ le somme si può dire che “Venom” è un classico, guardabile cinecomics, nulla di più nulla di meno. E’ un film concepito per essere maturo ma che, per scelte di marketing, è stato edulcorato per piacere a tutti, grosso errore! Il film vive di una buona interpretazione di Hardy e una prima parte che funziona perchè il ritmo e i tempi narrativi lenti servono a introdurre il protagonista e il villain e vanno contro la moda “action-frenetica” dei film odierni, ma, ahimè, la seconda parte è l’esatto opposto della prima e succede tutto troppo in fretta, con uno scontro finale alla “Dragon Ball” con esplosioni inguardabili. Per non parlare poi dell’umorismo che rovina le atmosfere “cupe” inizialmente concepite. Una CGI che tutto sommato non è così brutta come sostengono in molti, c’è di peggio in giro…tipo i film del DCEU!

Il  villain è caratterizzato più o meno bene, è un uomo d’affari miliardario,cinico e potente con poca considerazione della vita umana. Un “visionario” che non comprende appieno ciò che lo circonda e per questo rimarrà vittima del proprio ego. Un film che comunque si lascia guardare, buono per perdere un paio di orette.

Recensione di: Giuseppe Fazio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Nove film che vi strapperanno il cuore

Nove film intollerabilmente tristi scelti per voi "La vita è bella forse solo per Benigni, perchè la vita si sa,…

Primo footage di Bumblebee: promette bene!

Un primo sguardo all' atteso Bumblebee in anteprima Presso il Lucca Comics & Games 2018, la mattina di sabato 3…

Netflix and Kill – Zodiac

Zodiac. Un killer tra lettere e misteri. Tra il 1968 e il 1969, la California settentrionale fu sconvolta da delitti…
Stan Lee

Stan Lee e la forza dell’immaginazione

L'omaggio a Stan Lee, il fautore del grande successo della Marvel, la Casa delle Idee. "Supereroi con superproblemi" Un uomo.…
Halloween

Halloween (1978): La nascita del Mito di Michael Myers

In occasione del quarantesimo anniversario del capolavoro di John Carpenter, ecco lo speciale dedicato al film a cura di Ettore…

6

Okay

Pro

  • Buona caratterizzazione del protagonista
  • Performance attoriale di Tom Hardy
  • Discreta CGI
  • Belle atmosfere dark
  • Molto buona la prima parte del film
  • Belle scene dopo i titoli di coda

contro

  • Trama banalotta
  • Battute puerili
  • Scontro finale inguardabile
  • Ritmo narrativo non equilibrato
Vai alla barra degli strumenti