Tekken 7

Tekken 7

Regista

cast

sceneggiatore

produttore

durata

Offerte
Data di uscita

18 Marzo 2015 (Arcade), 2 Giugno 2017 (Windows, Ps4, Xbox One)

Tekken 7. Il picchiaduro per eccellenza è tornato.

Tekken 7

  • Nome completo – Tekken 7
  • Piattaforme – Arcade, Windows, PlayStation 4, Xbox One
  • Publisher – Bandai Namco Entertainment
  • Developer – Bandai Namco Studios
  • Distribuzione – Digitale, disco, arcade
  • Data di uscita – 18 Marzo 2015 (Arcade), 2 Giugno 2017 (Windows, Ps4, Xbox One)
  • Genere – Picchiaduro
  • Versione testata – Ps4

La leggenda del picchiaduro torna alla ribalta. “Tekken 7” Va a cercare i cuori dei fan e tenta di crearne di nuovi, sfruttando un marchio famoso per il genere che rappresenta. Namco ripropone dopo anni la solita formula, sempre apprezzata dal pubblico. Ma questa volta la critica è più controversa. Anche di fronte ai concorrenti agguerriti che “Tekken 7” deve sopportare.

Gameplay

Partirò in maniera schietta e brutale.
“Tekken 7” sa qual è il proprio scopo e quale target deve soddisfare.
I veri professionisti del settore che conoscono le combinazioni, i tempismi e le caratteristiche dei personaggi si trovano di nuovo a casa, dato che il sistema di combattimento è sempre quello che ha catturato sin dalla prima edizione.

L’aggiunta della Rage Art, una sorta di attacco finale in stile shonen, contribuisce a rendere la battaglia sempre accesa minacciando l’avversario anche in punto di morte. Invece il Power Crush – che riprende a piene mani il concetto di Hyper Armor da Dark Souls – permette di assorbire i colpi medi ed alti per sferrare un contrattacco pesante aggiunge altra tattica per chi ne conosce i tempismi.

Tekken 7

Il roster di personaggi giocabili ha subito alcuni cambiamenti. Sono infatti stati introdotti nove nuovi lottatori (tra i quali spicca il primo italiano, Claudio Serafino) ma si nota la mancanza di alcune star della serie, tra le quali il poliziotto Lei Wulong, che i fan si aspettano di trovare almeno in futuri DLC.

Offline

Parlando delle modalità offline, invece, si ritrova la modalità Arcadein linea col sistema da sala giochi. La battaglia VS che permette di sfidarsi sullo stesso dispositivo. Poi la modalità Pratica per gli allenamenti e la nuova Battaglia Tesoro. Interessante poiché permette di affrontare serie di scontri che lasciano scrigni, da cui si ottengono oggetti per personalizzare il proprio personaggio.

Tekken 7

Nulla di nuovo dunque sul fronte delle varietà di gioco. Sebbene qualche miglioria sia presente.
Ci sono infatti alcuni “special match”. Questi accadono casualmente durante le sfide arcade o tesoro. Queste aggiungono particolari personaggi potenziati (Kazumi e Akuma fra i più tosti) oppure velocità o danni incrementati, e contribuiscono a variare leggermente lo stile di gioco.
Si nota l’assenza di modalità davvero uniche o con guadagni concreti, fatta eccezione per le “customizzazioni”.
Il confronto col diretto rivale “Injustice 2” trova qui uno dei punti di maggior differenza.

Online

Per il comparto online “Tekken 7” non stupisce. Propone invece un trio di modalità classiche.
La partita del giocatore – ovvero semplici scontri online che non modificano il proprio grado –, la partita classificata in cui si cerca il confronto anche statistico, e infine la modalità torneo, nella quale si può “hostare” una competizione tra più giocatori divisa in fasi. Al termine si viene premiati con valuta di gioco e scrigni di personalizzazione in base ai risultati ottenuti.

Tekken 7

Anche qui la proposta è semplice ma efficace. Soprattutto con la gradita possibilità di richiedere livelli di connessione minimi per le singole sfide. Rendendo così il problema lag (che nei picchiaduro risulta incredibilmente limitante) molto più marginale.
I server non sono tuttavia stabilissimi. Per poter completare la parte online dei trofei ho dovuto cercare più volte per via di disconnessioni improvvise. Sempre prima dell’inizio dello scontro, c’è da dire.

Storytelling

La questione trama, delicatissima nel genere di cui si sta trattando, viene ripresa in “Tekken 7” cercando di fare avanzare la storia ad un momento cruciale per la famiglia Mishima, protagonista indiscussa.
La narrazione riprende infatti esattamente dalla sconfitta di Azazelda parte di Jin Kazama nel precedente capitolo. Viene però raccontata tramite un personaggio esterno alle vicende.
Un giornalista, la cui famiglia è stata uccisa a causa della guerra scatenata dallo stesso Jin mentre era a capo della Mishima Zaibatsu.

Tekken 7

Il giocatore viene quindi a contatto sia con i protagonisti usuali che con le new entry in uno scenario confuso, in cui la Zaibatsu e la G-Corp sono più che mai ai ferri corti.
Gli scontri proposti sono tuttavia interessanti, di difficoltà onesta. Eccezion fatta per l’ultimo (che giustamente è quello più epico ed importante). Così come per il capitolo speciale che si è addirittura meritato un trofeo a sé stante.

Nulla di epocale, dunque, sul livello generale della storia.
Le vicende della famiglia in questione restano sempre scottanti. Certamente però prevedibili, sebbene il finale riesca comunque a scuotere gli animi dei fedelissimi in modo spettacolare.
Un peccato per la longevità, che è il tallone d’Achille della modalità Storia anche con le aggiunte dei capitoli extra per ogni personaggio del roster.

Comparto tecnico

Qui, tristemente, le notizie non sono floridissime.
“Tekken 7” mantiene un livello grafico sufficiente a mantenere i 60 fps incrollabili anche nella versione console. Non propone però un upgrade grafico che francamente non avrebbe guastato affatto, soprattutto in relazione ai bei filmati della modalità Storia.
Il contrasto è evidente, sia con altri titoli che con la computer grafica dei suddetti video, ed il livello di dettaglio sembra non scostarsi molto dal precedente “Tag Tournament 2”, non minando tuttavia l’esperienza di gioco dell’utente finale.

A livello di colonna sonora, invece, il gioco mantiene il livello usuale proponendo nuove tracce molto atmosferiche.
La possibilità di riottenere anche tutte le canzoni dei precedenti capitoli nella sezione Jukebox permette sempre di avere l’accompagnamento musicale desiderato. Sia durante il combattimento che nei vari menu.

Tekken 7

Come detto sopra, invece, la stabilità va alla grande e i comandisono sempre precisi e fluidi nelle mani degli esperti. Invece si attendono patch future che sistemino gli errori nel netcode che per ora infestano molte partite Online. Namco si è già pronunciata a riguardo, promettendo miglioramenti tra il fine settimana (PS4) e quella successiva (PC e Xbox One). Si attenderà quindi l’aggiornamento successivo per valutarne l’effettiva stabilità.

Vi lasciamo al commento finale…

Commento finale:

Tekken 7” prende una serie che sa come intrattenere i giocatori più esperti e tenta di accaparrarsi ulteriori fan grazie ad aggiunte al roster di non elevata difficoltà. Il tutto condito con una modalità storia dedicata agli appassionati ma piacevole – seppur breve –.
A livello tecnico l’upgrade grafico è mancato e ad alcuni la varietà apparirà molto ristretta sotto il profilo delle modalità.
Il titolo riesce comunque a brillare grazie all’eccezionale livello dei combattimenti, rendendolo a tutti gli effetti il punto di riferimento del genere per i più affezionati ai tecnicismi ed all’abilità pad alla mano.

Rispondi

Total Warhammer II

Il trailer di lancio di Total War: Warhammer II finalmente disponibile!

Immergiti a 360° in Total War: Warhammer con il trailer di lancio, da oggi in anteprima  La seconda puntata dell’epica…

Nuovo incredibile gameplay per Wolfenstein II: The New Colossus

Ecco a voi il nuovo video gameplay di Wolfenstein II: The New Colossus  In "Wolfenstein II: The New Colossus", dovrete salvare…
La Terra di Mezzo: L'Ombra della Guerra

La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra vi aspetta alla Games Week di Milano, dal 29 settembre all’1 ottobre

La Terra di Mezzo: L'Ombra della Guerra è pronto a stupire tutti alla Milan Games Week. Warner Bros. Interactive Entertainment è…

La critica videoludica si inchina davanti a Divinity: Original Sin II

Divinity: Original Sin II sembra mettere d'accordo tutti "Divinity: Original Sin II" uscito il 14 Settembre portava sulle sue spalle…

Toriyama elogia Dragon Ball FighterZ

Akira Toriyama adora il nuovo Dragon Ball FighterZ Nell’ambito dei videogiochi, storicamente parlando, si contano sulle dita di una mano i…

8

Ottimo

Pro

    contro

      Seguici sui nostri canali social!

      Vai alla barra degli strumenti