I titoli migliori della fiera di Colonia secondo CineWriting

La Gamescom, terminata qualche giorno fa, ha portato tante conferme su videogiochi già conosciuti e qualche interessante nuovo annuncio. La fiera quest’anno, pur essendo completamente pensata per i consumatori, ha portato sullo show floor una mole impressionante di titoli; guardiamo insieme i progetti che sono riusciti a distinguersi.

5 – Fe

"<yoastmark

 

“Fe” è il nuovo titolo di Electronic Arts Originals, un programma di publishing di terze parti che promuove titoli più artistici ed introspettivi. Questo gioco, riguardo a ciò, non fa eccezione; all’interno del gioco vestiremo i panni di un irsuto animaletto intento ad esplorare una foresta mistica con l’intento di carpire i segreti più reconditi degli esseri che la abitano. Ogni pianta ed animale emetterà un proprio suono distintivo che, una volta appreso dal nostro protagonista, ci permetterà di interagire con ognuno di essi.

"<yoastmark


La foresta però nasconde anche delle insidie come le creature Silent One capaci di assorbire tutti i suoni e i rumori dell’ambiente lasciando un innaturale silenzio alle loro spalle. Nella pratica “Fe” è incentrato su fasi di pura esplorazione, momenti in cui interagire con le altre creature per superare determinati ostacoli e sezioni stealth in cui affrontare indirettamente i Silent One. Il gioco fa della componente artistica il suo punto forte e vederlo a schermo è un vero piacere per gli occhi.

 

 

4 – Breakaway

“Breakaway” è un titolo orientato del tutto agli Esports realizzato da Amazon Game Studios provabile alla Gamescom. Nel gioco 2 squadre composte da 4 giocatori dovranno sfidarsi con lo scopo di prendere una sfera, chiamata relic, e fare canestro nel campo avversario. Come siamo ormai abituati a vedere nei più moderni titoli competitivi, da “League of Legends” fino ad “Overwatch”, ogni giocatore potrà scegliere il proprio personaggio, ognuno con differenti abilità e caratteristiche. Molto interessante è la caratteristica di alcuni campioni di poter creare trappole e barricate per ostacolare l’avanzata degli avversari. Il gioco è estremamente intuitivo e appassiona fin da subito anche se porta con sé diversi problemi di bilanciamento.

 

 

3 – Dragon Ball FighterZ

Dragon Ball FighterZ
Dragon Ball FighterZ

Finalmente un gioco di “Dragon Ball” degno del suo nome, le file per provarlo alla Gamescom erano incredibilmente lunghe. “Dragon Ball FighterZ” è un picchiaduro in 2D di stampo classico ed estremamente tecnico. Le battaglie a schermo saranno dei 3vs3 senza esclusione di colpi. La scelta del team non sarà casuale in quanto, se sceglieremo dei personaggi con delle affinità, potremo eseguire delle mosse uniche specifiche per quella squadra. La passione e l’attenzione ai dettagli in questo prodotto sono incredibili. Tutte le animazioni e le mosse dei personaggi sono state ricreate ripercorrendo una ad una le tavole dell’opera originale. E’ chiara l’intenzione del team di sviluppo di preferire la qualità dei singoli personaggi rispetto alla loro quantità. Il gioco porterà con sé anche una modalità storia basata, narrativamente parlando, sul ritorno dalla morte dell’androide C16.

 

 

2 – Monster Hunter World

Monster Hunter World
Monster Hunter World

“Monster Hunter World” sembra essere veramente grandioso. Il gioco, approdando finalmente su una console casalinga, non è più costretto a portarsi dietro un’ambientazione open world frammentata e la grafica della scorsa generazione. “Monster Hunter World” presenta un’interazione con l’ambiente di gioco mai vista prima, questa porta con sé tante migliorie sul lato del gameplay che si concretizzano in nuove strategie per catturare i mostri. Potreste dover far imbestialire una preda per farla schiantare contro delle strutture, portarla in delle trappole costruite prima del combattimento o anche solo aizzare le altre creature contro di lei. A questo poi va unita la modalità cooperativa, una direzione artistica curata fino al minimo dettaglio e una mole di contenuti veramente encomiabile. Le possibilità che ci concede questo titolo sono veramente moltissime.

 

 

1- Biomutant

Biomutant
Biomutant

La presentazione di una nuova ep in una fiera come quella di Colonia, per quanto mi riguarda, va sicuramente premiata con un primo posto. La Gamescom è infatti una fiera dedicata ai giocatori in cui si gioca molto e si annuncia poco. In questo caso poi “Biomutant” appare sicuramente come un progetto ambizioso. Un vasto mondo aperto, kung-fu, animali antropomorfi e elementi RPG sono le parole chiave per capire di cosa stiamo parlando. C’è da dire che la cinematica mi ha sicuramente esaltato di più rispetto al gameplay che è stato mostrato. Sia chiaro, il progetto ha tutte le caratteristiche per essere interessante, ma i video mostrati sembrano appartenere ad una versione ancora un po’ troppo grezza per potersi esprimere a favore del titolo.

All’interno del gioco ci saranno scelte che modificheranno l’indole del nostro protagonista, un profondo sistema di crafting di armi da fuoco e per il corpo a corpo,  mutazioni che apriranno nuove possibilità di gameplay e un sacco di personaggi carismatici. Non è ancora nella sua forma migliore ma è sicuramente da tenere d’occhio.

Rispondi

Vai alla barra degli strumenti