Provato nell’open beta test il nuovo Dissidia Final Fantasy NT, ecco cosa ne pensiamo

Mentre è ancora in corso il periodo di open beta per Dissidia Final Fantasy NT, già ci siamo fatti una chiara idea del prodotto di Square Enix. Dato il limitato numero di contenuti, la versione disponibile è facilmente completabile in qualche ora, sebbene sia ovviamente possibile giocarla fino al termine del periodo. Le ricompense sono limitate, ma è anche lo scopo del software dimostrare principalmente i contenuti più pratici del titolo. Senza ulteriori indugi dunque, ecco il nostro parere a riguardo!

Beta di Dissidia Final Fantasy NT 5

Un gameplay diverso

Strano a dirsi per un sequel di una saga picchiaduro, ma il gameplay trova diverse novità rispetto ai capitoli precedenti. In particolar modo, due sono quelle che saltano all’occhio: la lotta in triplo e gli schemi di attacco dei personaggi. Sul primo punto, si può certamente dire che il contesto è diventato più che mai caotico e “arcade”, rispetto ai selettivi duelli degli altri titoli della saga. Avere a che fare con dei compagni di squadra ed essere contemporaneamente attaccato su più fronti rende il tutto estremamente teso. Non bisogna farsi prendere dalla fretta, ed è necessario tenere gli occhi aperti per eventuali incursioni nemiche. Questo è tuttavia molto difficile da ottenere, e spesso la battaglia si trasforma in una vera e propria rissa furiosa, ben lungi da come si era soliti fare in passato.

Beta di Dissidia Final Fantasy NT 6

Personalizzazione ok

Dal lato più tecnico invece, è la personalizzazione dell’assetto di tecniche utilizzabili a pagare lo scotto. La possibilità di avere subito a disposizione differenti tecniche a seconda degli input è apprezzabile, ma dista molto dalla libertà di settare il personaggio. Questo è limitato agli attacchi PV, che si sbloccano avanzando di livello coi singoli personaggi, ed alle tecniche EX, ora profondamente diverse. In questo caso, non si ottiene più la forma speciale distruggendo i nuclei, ma si sblocca energia per utilizzare questi potenziamenti. Hanno un range molto ampio, spaziando dai semplici buff a vere e proprie trappole ambientali, passando per magie depotenzianti. Piacevoli anche gli aspetti, stavolta molto più variegati ed ottenibili tramite i Tesori – seguendo la linea ormai usuale delle loot box.

Beta di Dissidia Final Fantasy NT 4

Chi non muore si rivede… e non solo

Certamente tuttavia, resta apprezzabilissimo il roster offerto dal titolo ed anche dalla versione di prova. Nella beta si può utilizzare circa la metà degli eroi disponibili, conferendo una discreta varietà di approccio. Oltre ai classici protagonisti dei Final Fantasy dal I al XIII, arrivano anche le novità tratte dalle saghe esterne e da quelle più recenti. Parliamo nello specifico di Y’shtola dall’MMO Final Fantasy XIV e di Ramza Beoulve da Tactics, mentre nei giorni seguenti si potranno apprezzare altri combattenti. La beta prevede infatti una rotazione dei personaggi nel periodo di attività, in modo da garantire un’esperienza variegata. Una politica piuttosto interessante, che punta a mostrare le qualità di un titolo che si discosta prepotentemente dal passato, nel bene e nel male.

Beta di Dissidia Final Fantasy NT 10

 

Non è tutto oro quel che luccica

Per quanto emblematica ed abusata, il lavoro di Square Enix si rispecchia benissimo in questa frase. Dissidia Final Fantasy NT si prospetta un ottimo titolo per i fan della saga, ed è proprio quello il suo scopo. Facendo leva sulla spettacolarità dei combattimenti e sui lottatori più nello specifico, mira a soddisfare coloro che amano principalmente i personaggi nel loro intero. Avere tra le mani e poter confrontare il proprio beniamino con quello degli altri è il fulcro del videogioco, ed è reso benissimo anche dal fluido motore grafico.
Ciò che rende il prodotto visivamente bello, però, è anche quello che lo rende molto caotico nell’adrenalina dello scontro. Tenere sott’occhio la situazione non è per niente facile, come già detto, soprattutto per i neofiti che si troveranno sommersi dalla mole di informazioni a schermo.

Beta di Dissidia Final Fantasy NT 11

In sintesi: si parte bene

Tutto sommato, dunque, questo picchiaduro ha molto da dire e da mostrare, prendendo spunto da quello che è il mondo di Final Fantasy. Ha le potenzialità, come le aveva già quando nacque su PlayStation Portable, e si spera possa avere un suo posto anche nel mondo PS4. Con i giusti ritocchi, potremmo avere tra le mani un autentico gioiellino fatto per tutti i pluriennali veterani dell’ambientazione. Il consiglio di GameWriting è dunque quello di scaricare e provare il titolo, dato che ne vale certamente la pena.
E sì, da appassionato di Final Fantasy VII ho principalmente usato Cloud.

Vi lasciamo ad alcuni video ed una piccola galleria riassuntiva, ricordandovi che Dissidia Final Fantasy NT esordirà sugli scaffali il 30 Gennaio. In guardia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti