Freaks Out di Gabriele Mainetti, presto l’inizio delle riprese

Mainetti, il 19 febbraio via alle riprese del suo Freaks Out

Il regista Gabriele Mainetti

 

Due anni dopo lo straordinario successo di “Lo chiamavano Jeeg Robot”, Gabriele Mainetti sta finalmente per iniziare le riprese del suo nuovo film

Freaks Out, questo il titolo provvisorio del film, sarà prodotto da Lucky Red Goon Films e stando alle dichiarazioni dello stesso Mainetti

 Sarà una storia corale sull’identità  che avrà come punta di diamante una donna. Abbiamo fatto già cinque stesure di sceneggiatura e come minimo ne faremo almeno altre due. Il titolo non c’è ancora, ne sta girando uno inglese (Freaks out) ma era solo un’idea, non penso sarà quello anche perché è una storia romana. Sarà un mix di generi bello, folle, super pop. La violenza sui minori l’ho affrontata nel mio corto Tiger Boy e in Lo chiamavano Jeeg Robot, e si parla in parte di abuso anche in questo film. La protagonista è emancipata e indipendente, e come tutte le donne, sa affrontare meglio emotivamente il dolore degli uomini, una forza che spaventa molti di noi, per questo le donne vengono spesso oppresse. Io invece le ammiro profondamente, meno male che ci sono loro

 

Gabriele Mainetti è reduce dal clamoroso successo del suo primo lungometraggio “Lo chiamavano Jeeg Robot”.
Il film, costato circa un milione di euro, ne ha incassati oltre cinque. Diventato un cult ha fatto incetta di premi e soprattutto ha consacrato Luca Marinelli, certamente uno degli attori più amati e ricercati del momento in Italia

L’impresa di bissare un tale successo è ardua, ma Mainetti è certamente uno dei migliori registi della nuova generazione e potrebbe sorprendere positivamente.

Il film è stato scritto da Nicola Guaglianone, sceneggiatore di fiducia di Mainetti, ma anche dell’ultimo film di Carlo Verdone e di Indivisibili del regista Edoardo De Angelis

QUI potete vedere il più famoso cortometraggio di Gabriele Mainetti, Tiger Boy

Rispondi

Vai alla barra degli strumenti